MotoGp, felicità e soddisfazione per Bagnaia: “chiudere a tre decimi dal vertice è fantastico”

Il pilota italiano ha commentato la prestazione fornita oggi nella seconda giornata di test a Jerez

Takaaki Nakagami è stato il più veloce nella seconda giornata dei test MotoGp sul circuito di Jerez de la Frontera, il giapponese della Honda ha girato in 1’37″945 precedendo gli spagnoli Marc Marquez (1’37″970), suo compagno di marca, Maverick Vinales (1’38″066), in sella alla Yamaha M1 e Jorge Lorenzo (Honda – 1’38″105).

Quinto tempo per la migliore delle Ducati, quella del ternano Danilo Petrucci (1’38″109), che si è lasciato alle spalle Franco Morbidelli (Yamaha – 1’38″118). Nono tempo invece per Pecco Bagnaia, riuscito a migliorare molto la frenata: “sono felice perché mi trovo sempre meglio con la Ducati, ho migliorato anche la frenata, fase in cui ieri perdevo molto tempo. Abbiamo fatto un bello step in avanti oggi e abbiamo ancora molto margine di miglioramento, ma siamo sulla strada giusta. Dopo questi 4 giorni di test posso tracciare una linea positiva perché sono stati molto positivi sul lavoro e sulla direzione che dovevo prendere. Andiamo in vacanza rilassati e abbiamo 2 mesi per riposarci e stare tranquilli per poi ricominciare in Malesia. Chiudere a 3 decimi dal vertice è bello, il test è stato positivo perché siamo sempre andati forte. Questa mattina ero un po’ in difficoltà ma siamo riusciti a risolvere la situazione ed è stato un grosso passo avanti riuscire a fermarmi bene in staccata. Ora riesco a guidare la moto come voglio“.

Bagnaia poi ha proseguito nella sua analisi: “stiamo già lavorando nella direzione giusta. Pensavo che avrei fatto molta fatica qui a Jerez e così è stato, perché è una pista molto difficile e lo è storicamente anche per Ducati. Quest’anno sono andate meglio, ma le Honda hanno sempre avuto qualcosa in più. Però al momento abbiamo risolto tutti i problemi ed è davvero una nota positiva. Con Gabarrini stiamo migliorando su ogni cosa, ogni giorno. Per ora abbiamo fatto solo 4 giorni di test in cui abbiamo lavorato assieme e abbiamo ancora tanto margine per conoscerci, lavorare meglio insieme. Sono felice di essere il miglior rookie, perché il nostro obiettivo per la prossima stagione sarà proprio quello di vincere il Rookie of the Year della MotoGP. E’ giusto iniziare così. Non ho altre pretese e sono tranquillo, però ci tenevo ad andare in vacanza davanti agli altri rookie“.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery