Moto2, Marini all’attacco: “l’anno prossimo voglio il Mondiale. Valentino Rossi? La Yamaha deve ascoltarlo”

luca marini sky racing team Alessandro La Rocca/LaPresse

Il pilota dello Sky Racing Team VR46 ha svelato le proprie emozioni dopo la vittoria di Sepang in Moto2, parlando anche di Bagnaia e di Valentino Rossi

Prima vittoria in Moto2, proprio nel giorno del titolo mondiale di Bagnaia. Quanto successo in Malesia all’interno dello Sky Racing Team VR46 appare come un vero e proprio passaggio di testimone, con Luca Marini pronto a dare la caccia nel 2019 a quel Mondiale adesso nelle mani di Bagnaia.

luca marini

AFP/LaPresse

Una sfida elettrizzante, che il fratello di Valentino Rossi ha tutta l’intenzione di lanciare: “in gare così difficili vince chi ha più voglia, e io questa volta sono stato il più forte, battendo i migliori, non è caduto nessuno, me la sono conquistata da solo. È importante che tutti ora sappiano che so vincere, è stata la gara che volevo, quella che avrei voluto fare anche in Thailandia. Prima fila, davanti in tutti i turni. A Valencia voglio un altro gran weekend. Non dico che vincerò, ma serve continuare con questa costanza, sempre tra i primi. Quando sei lì davanti le gare sono diverse. Questa è la strada giusta per provare a diventare campione, lavoro tanto, sempre, cura dei dettagli. Sono migliorato, ma i compiti non finiscono mai. E da ora mi aspetto che anche gli altri si comportino diversamente, dimostrando maggiore aggressività nei miei confronti”.

pecco bagnaia

Alessandro La Rocca/LaPresse

Marini poi si sofferma sul rapporto con Bagnaia: “ho imparato tanto da lui, ma sono sicuro di averlo aiutato e avergli insegnato qualcosa anch’io. Abbiamo parlato tanto, ci siamo scambiati consigli su tutto. Il nostro è un bellissimo rapporto che ha aiutato tutto il team, portando stabilità nel box. Bulega? Mi auguro che Nicolò torni ai suoi livelli, che sia un compagno all’altezza col quale lavorare allo stesso modo. A me è sempre piaciuto avere un compagno veloce. So che sono a 10 punti dal quinto posto di Marquez, vuol dire che devo vincere a Valencia per raggiungerlo. Però alla classifica non guardo, secondo me non devi farlo neanche se lotti per il Mondiale. Devi solo puntare a vincere“. Infine non poteva mancare qualche parola per il fratello Valentino: “peccato per come è andata in Malesia, ma ha dimostrato che è lì, che se la moto è a posto lotta per vincere. La Yamaha deve ascoltarlo, ha una voglia incredibile, lo vedo bene anche al Ranch dove vuole sempre dimostrare di essere il più forte. Dopo tanti anni non è facile, eppure lui non molla“.

Valuta questo articolo

5.0/5 da 1 voto.
Please wait...


FotoGallery