Milan, Patrick Cutrone sorprende tutti: “il mio idolo è Morata”

Spada/LaPresse

Milan, Patrick Cutrone ha raccontato il momento della sua carriera rossonera, ma ha anche parlato dei suoi idoli come Morata e Inzaghi

Giocare con Higuain per me è un onore. In allenamento lo osservo, perché ogni volta capisco cose nuove. Giocare al suo fianco mi aiuta molto, poi posso giocare anche da solo, non sento la pressione. Per me l’importante è scendere in campo”. Lo dice l’attaccante del Milan, Patrick Cutrone, nel corso di un’intervista a Dazn. “La mia fame in campo me l’ha trasmessa mio padre -prosegue il ventenne attaccante rossonero-. Voglio migliorarmi costantemente, ho voglia di essere protagonista. Anche per questo spesso non riesco ad essere pienamente soddisfatto, non mi godo il momento. Perché anche se segno, penso già a cosa ho sbagliato o avrei potuto fare meglio e penso già a quando scenderò di nuovo in campo. Il mio idolo è sempre stato Morata, ha delle caratteristiche che mi piacciono molto. La velocità, poi è cattivo sotto porta. Ha sempre fatto bene, lo ammiro“. “Da piccolo feci un provino per l’Inter, poi dopo arrivò il Milan e non ci pensai due volte. Giocare per la squadra del tuo cuore è ancora più bello. Il paragone con Inzaghi? A casa ho dei DVD con tutti i suoi gol, da piccoli me li guardavo. Quando poi lo conobbi da allenatore della primavera, mi diede subito consigli sui movimenti da fare. Una volta facemmo una sfida in area di rigore. Finì in pareggio“, conclude Cutrone. (Spr/AdnKronos)

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery