Marotta-Inter, l’operazione vendetta è iniziata

marotta juventus LaPresse/Tano Pecoraro

Giuseppe Marotta è pronto ad una nuova avventura a tinte nerazzurre, dopo l’addio amaro con la Juventus adesso la voglia di rivalsa è enorme

Juventus Football Club S.p.A. comunica che sono stati sciolti i rapporti di lavoro dirigenziale con il signor Giuseppe Marotta con il riconoscimento al medesimo dell’indennità sostitutiva di preavviso che ammonta all’importo lordo di € 361.775, nonché dell’ulteriore importo lordo complessivo di € 361.775 a titolo transattivo e di incentivo all’esodo“. Con questo comunicato, apparso sul sito ufficiale della Juventus, si è ufficialmente concluso il rapporto di lavoro tra Beppe Marotta ed il club bianconero. Il dirigente è sembrato essere molto scottato dall’accaduto, cacciato in maniera inattesa dal club che ha contribuito fattivamente a rendere grande.

Adesso nella mente di Marotta c’è voglia di rivalsa, voglia di dimostrare le sue qualità. E quale miglior modo di ‘vendicarsi’ sportivamente della Juventus, se non quello di allearsi con la rivale più acerrima? L’Inter ha colto subito al balzo l’occasione del divorzio di Marotta con i bianconeri, sottoponendogli un’offerta di fatto irrinunciabile dal punto di vista economico, ma sopratutto dal punto di vista professionale. La sfida è di quelle allettanti, Marotta e l’Inter hanno lo stesso obiettivo: raggiungere e se è possibile superare la Juventus. Di certo tale operazione non sarà delle più semplici, ma il club nerazzurro ha dimostrato di essere sulla buona strada dall’arrivo di Suning e con l’apporto di Marotta effettuerà un altro step verso l’avvicinamento ai bianconeri. La Juventus in tutto ciò non sta certo a guardare, per raggiungere la truppa di Allegri ci sarà bisogno di correre ed anche molto. Marotta è pronto, correndo anche qualche rischio professionale non da poco, atteso al varco dopo l’esperienza bianconera. In molti infatti addebitano i successi di mercato all’occhio di Paratici, Marotta adesso vuole dimostrare la sua sapienza anche senza il fido dirigente bianconero.

Valuta questo articolo

5.0/5 da 1 voto.
Please wait...


FotoGallery