Juventus, Allegri non fa drammi dopo il ko con lo United: “abbiamo perso la partita meno importante”

allegri Fabio Ferrari/LaPresse

L’allenatore della Juventus ha parlato al termine del match con il Manchester United, esprimendo il punto di vista sulla sconfitta

Prima sconfitta in stagione per a Juventus, costretta a cedere l’intera posta in palio al Manchester United. Un epilogo sorprendente quello dell’Allianz Stadium, con i ‘Red Devils’ che riescono a stendere i bianconeri solo in extremis, grazie alla punizione di Mata e all’autogol di Alex Sandro.

Fabio Ferrari/LaPresse

Amareggiato Allegri nel post gara, intervenuto ai microfoni di Sky Sport per analizzare il ko: “è una sconfitta che dispiace perché la squadra ha fatto una bella partita, dobbiamo migliorare in fase realizzativa, non riusciamo mai a chiudere contro queste squadre, che nel finale ti mettono davanti Fellaini. In questo periodo regaliamo troppe punizioni, non abbiamo la lucidità e la pazienza di star fermi. L’unico modo di prendere gol era quello. Siamo ancora in testa al girone, ci sono ancora due partite che ci potranno permettere di qualificarci e vincere il girone. Quando giochi contro lo United ci sta vincerne una a testa, anche se ci sta un po’ meno vedendo l’andamento. Domenica c’è una grande partita contro il Milan, magari questo k.o. ci può fare bene. Potevamo chiudere da primi con due giornate d’anticipo, ma questo è il calcio, dobbiamo saperlo accettare.

Fabio Ferrari/LaPresse

Li ho visti domenica, potevano prendere tre quattro gol, poi hanno trovato il gol nel finale con una situazione analoga. Sono momenti in cui devi stare sereno, continuare a giocare. Era importante passare stasera, non è capitato, ma continueremo a lavorare. Più che il gol sbagliato mi ha fatto arrabbiare la punizione al limite che abbiamo regalato su Mata, bisogna fare comunque i complimenti ai ragazzi per la partita che hanno giocato. Però se giochi bene ma subisci due gol non va bene. Il gol è stato straordinario, nel secondo tempo abbiamo avuto grandi palle gol, se avessimo attaccato la porta avremmo segnato tre o quattro gol. Nel calcio non si può sempre vincere, abbiamo perso quella meno importante“.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery