Icardi ed il nuovo corso dell’Argentina: “prima non c’era amicizia”

Icardi Frederic J. BROWN / AFP

Mauro Icardi loda il gruppo venutosi a creare in casa Argentina, la rosa per il momento non vede al suo interno Leo Messi che si è preso una pausa dalla Nazionale

Mauro Icardi segna il suo primo gol con la maglia dell’Argentina e si toglie qualche sassolino dalla scarpa. L’attaccante dell’Inter ha messo la sua firma, insieme a quella dello juventino Paulo Dybala, sulla vittoria per 2-0 della Seleccion contro il Messico. Poi nelle interviste post-gara ha elogiato il gruppo creato dal ct ad interim Leo Scaloni, rimarcando le differenze con il passato: “In questa nuova fase ci siamo sentiti a nostro agio, molto bene, con tutto lo staff tecnico. Scaloni ha formato un gruppo molto affiatato. Prima quando venivo in Nazionale non sentivo quello che sento oggi. Non c’era questa unione, non c’era tanta amicizia. Ora speriamo di continuare su questa strada”, le parole di ‘Maurito’. “Ora ci sono molti giovani e prima c’erano molti giocatori d’esperienza -ha aggiunto-. Ci sono molti giocatori che partono dal basso ed è un vantaggio che abbiamo riscontrato in queste sei partite”. Il bomber nerazzurro ha poi auspicato il ritorno in nazionale di Leo Messi: “Speriamo in Leo, è il miglior al mondo e vogliamo tutti un giocatore come lui. Spero che nelle prossime convocazioni ci sia, così come in Coppa America“. Intanto il ct, che spera di essere confermato in panchina alla luce dei buoni risultati ottenuti in questo periodo, si gode i primi gol con l’Argentina dei giocatori ‘italiani’: “Dobbiamo essere felici perché due giocatori importanti come Icardi e Dybala si sono sbloccati e daranno molte gioie ai tifosi“, ha affermato Scaloni. (Spr/AdnKronos)

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery