Gattuso carica il suo Milan: “pronti per la battaglia!”

(Spada/LaPresse)

Gennaro Gattuso si appresta ad affrontare la Juventus domani sera nel posticipo di campionato, un Milan incerottato ma pronto a vendere cara la pelle

La Juventus è piena di campioni, di giocatori fortissimi. Una squadra solida e di grandissima qualità, la Juventus è nettamente più forte. Noi, nonostante tutti i problemi che abbiamo, ce la giochiamo a testa alta. Sappiamo che hanno qualcosa più di noi ma nel calcio può succedere di tutto“. Non parte sconfitto il Milan, a ribadirlo è il tecnico dei rossoneri, Gennaro Gattuso, alla vigilia del big match della 12esima giornata a San Siro. “Dobbiamo andare alla ricerca della prestazione perfetta facendo una partita al massimo -prosegue il mister nella conferenza stampa della vigilia-. Noi non dobbiamo avere alcuna preoccupazione, sappiamo di affrontare una grande squadra, metteremo la miglior formazione in campo. E’ vero che stiamo avendo infortuni un po’ strani, vedi Musacchio, ma dobbiamo guardare avanti e lavorare con serenità, dobbiamo stringere i denti e guardare avanti senza cercare alibi”. “Con tutti questi infortuni la squadra si è compattato, vedo gli occhi che piacciono a me, non vedo preoccupazioni ma coesione e voglia di fare le cose assieme -sottolinea Gattuso-. Giochiamo contro una squadra nettamente più forte, non avremo nulla da perdere ma ci arriviamo abbastanza incerottati, dobbiamo giocarla bene con voglia e mentalità“.

La Juventus verrà a San Siro per fare la partita, ci dovremo far trovare pronti“, aggiunge Gattuso nella conferenza stampa della vigilia. “Le parole di Allegri? Max è stato il mio allenatore, è un amico. Lo ha detto per l’amicizia che ci lega”. E sul fatto che il Milan sia poco considerato come possibile protagonista per la corsa Champions, Gattuso precisa. “Non mi interessa, è da una vita che ne sento di cotte e di crude ma vado per la mia strada. La squadra deve proseguire su questo cammino, vedere gente che lotta per 90′ mi fa ben sperare. E’ una squadra che ha voglia e che sta dimostrando grandissimo carattere. La bravura di un allenatore è anche nel far capire che non è tutto da buttare via”. “Noi in campo per il pareggio? Già con l’Inter avete scritto che ho giocato per il pareggio. Non lo so, noi dovremo fare la nostra partita e dovremo essere molto bravi a livello tattico. Sono una squadra che ti può mettere sempre in difficoltà con tante soluzioni. Non partiamo sconfitti, si comincia 11 contro 11. Affronteremo la sfida con grande voglia e senso di appartenenza“. (Int/AdnKronos)

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery