F1 – Cambia il regolamento della pesa dopo il ‘caso Vettel’ in Brasile? La risposta di Whiting

LaPresse/Photo4

Charlie Whiting rifiuta le proposte di cambiamento di regolamento dopo l’episodio di Vettel al peso nelle qualifiche di sabato scorso in Brasile

Domenica scorsa è andata in scena sul circuito di Interlagos il penultimo appuntamento della stagione 2018 di F1. In attesa della sfida di Abu Dhabi, che chiuderà del tutto i giochi, seppur Hamilton si sia già aggiudicato il titolo Mondiale, a far discutere è ancora quanto accaduto sabato in qualifica con Sebastian Vettel (QUI IL VIDEO).

Il tedesco della Ferrari è stato punito con una reprimenda di 25mila euro per aver rotto gli strumenti per la pesa perchè spinto da troppa fretta: il ferrarista stava infatti rientrando ai box per cambiare gomme per poter effettuare un buon giro in pista quando è stato fermato per la pesa della sua monoposto.

LaPresse/Photo4

Un episodio che ha spinto diversi addetti e piloti a chiedere una modifica al regolamento, anche Ricciardo si è esposto per sperare in un cambiamento che permetta di essere fermati per il peso solo dopo avere segnato un tempo. Charlie Whiting non ha però accolto la mozione: “ci sarà sempre il rischio che tu venga fermato. Loro (la Ferrari) lo sanno e dovrebbero tenerlo in considerazione. Questo è quello che dico sempre alle squadre. Dovrebbero dire: ‘se lo facciamo, ci vorrà questo tempo, ma potrebbero fermarci quindi si dovrebbe aggiungere un minuto. E’ completamente casuale. Jo (Bauer) cerca raramente di fermare la prima vettura, perché in una sessione di qualifica breve come quella, perché di solito la prima che rientra può avere qualche problema meccanico avendo fatto solo un giro. Vedere due macchine entrare per ragioni strategiche dopo un giro è insolito. E’ il solo modo in cui può succedere“, ha affermato a Motorsport.

LaPresse/Photo4

I concorrenti non dovrebbero essere sottopeso. Per questo avremo sempre dei controlli casuali nelle qualifiche. Ma quello che diciamo è che se le condizioni sono mutevoli, se rientrano per cambiare le gomme perché sta piovendo, non fermeremo nessuno. Questo nel momento in cui è in atto il cambiamento delle condizioni climatiche (un riconoscimento ufficiale che il meteo ha subito un cambiamento significativo, che innesca determinate flessifibilità regolamentari). Abbiamo detto che una volta che ciò accadrà, non peseremo nessun altro. Sanno che le condizioni sono chiaramente modificabili, ad una pista che si sta asciugando, non le tiriamo dentro per la pesa“, ha concluso.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery