F1, Vettel in astinenza di… successi: “vorrei tornare a vincere il prima possibile, non è il momento di bilanci”

vettel photo4/Lapresse

Il pilota tedesco della Ferrari ha parlato alla vigilia del week-end del Brasile, sottolineando di voler tornare a vincere il prima possibile

Il Gp del Messico è ormai alle spalle, Sebastian Vettel pare aver metabolizzato la sconfitta nel campionato piloti, concentrandosi adesso solo su quello Costruttori.

Vettel

PHOTO 4/LaPresse

Il tedesco vuole portare la Ferrari al successo e, per farlo, ha bisogno di trovare punti e vittorie in queste due ultime gare della stagione. Non è ancora il momento di bilanci, il ferrarista non ha intenzione di lanciare lo sguardo oltre Interlagos: “non ho pensato molto a quello che è successo quest’anno, credo che sia stato positivo allontanarmi un po’ dalla questione. Ora dobbiamo fare ancora queste due gare e, a stagione ancora in corso, credo che non sia l’ora di tirare delle conclusioni. Credo che sarebbe il momento sbagliato per farlo. Certamente, vorrei tornare a vincere il prima possibile. Anzi, avrei voluto farlo ancora prima. Se fosse stato semplice, l’avremmo già fatto. In ogni caso, credo che le ultime gare siano state un po’ migliori dal punto di vista del passo, quindi spero di poter continuare così e di avere magari l’opportunità di tornare al successo”.

Vettel

Photo4/LaPresse

Per quanto riguarda le statistiche, Vettel non crede di potersi avvicinare ancora ai record di Schumacher: “è difficile rispondere, come è difficile accostare il presente con il passato. Si può confrontare, ma in questo sport ogni periodo fa storia a sé” le parole del tedesco ai microfoni di Motorsport.com. “Forse fare dei paragoni con il periodo di Michael ci può stare, ma andare più indietro è difficile. Non so cosa accadrà nei prossimi anni, quanto saremo competitivi noi e quanto lo sarà Lewis, è impossibile prevederlo, ma continuo a pensare che i numeri di Michael siano ancora abbastanza lontani. La sfida con la Mercedes? Abbiamo ancora due gare da disputare, e ora dobbiamo pensare a fare il meglio che possiamo in questo finale di stagione, poi penseremo al futuro. Al momento conta questo, e come ho detto, c’è ancora un titolo Mondiale in ballo, quindi dobbiamo essere competitivi questo weekend e ad Abu Dhabi per cercare di mettere la Mercedes sotto pressione. Qui a Interlagos c’è sempre qualcosa di magico, sono accadute tante cose in passato, e vedremo cosa accadrà questo weekend. La variabile meteo è sempre in agguato, mi aspetto un fine settimana impegnativo ma anche molto aperto”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery