F1, il Tribunale d’Appello della FIA dà ragione alla Renault: confermata la squalifica di Monza per Grosjean

romain grosjean Photo4 / LaPresse

I giudici hanno confermato la squalifica comminata al termine del Gp di Monza a Grosjean per una irregolarità del T-Tray

Niente da fare per il Team Haas, il Tribunale d’Appello della FIA ha confermato la squalifica comminata a Grosjean al termine del Gp di Monza, escluso per una irregolarità al T-Tray rilevata dalla Renault dopo la corsa italiana. La scuderia americana aveva fatto ricorso presentando un corposo dossier, basato sull’impossibilità di apportare modifiche dopo la direttiva emessa in Ungheria per via del periodo di fermo estivo imposto dalle regole. Una documentazione che non ha convinto i giudici, che hanno emesso una sentenza basta sui seguenti punti:

  • mantenere la decisione n. 42 dei Commissari Sportivi del Gran Premio d’Italia 2018 svoltosi a Monza prova del Campionato del Mondo FIA di Formula 1 2018;
  • confermare l’esclusione della vettura numero 8 dell’Haas F1 Team dal Gran Premio d’Italia 2018 svoltosi a Monza;
  • di ordinare all’ASN competente di trarre, a seconda dei casi, le conseguenze di questa sentenza.

Una decisione che ha spiazzato Gunther Steiner: “ovviamente siamo delusi di non aver vinto il nostro appello – le parole del team principal Haas – andiamo semplicemente avanti e guardiamo alle ultime due gare dell’anno per continuare a lottare in pista, guadagnare più punti e concludere la nostra stagione migliore da quando siamo in Formula 1“.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery