F1 – Test Abu Dhabi, Leclerc sfreccia e gongola a Yas Marina: “aspettavo da tanto tempo questo giorno”

LaPresse/Photo4

Charles Leclerc commenta la sua prestazione nei test di Abu Dhabi: il pilota monegasco della Ferrari soddisfatto di quanto fatto oggi

Eh, si. È un momento che aspettavo da tanto tempo, e davvero non pensavo che un giorno questo sogno sarebbe diventato realtà. Sono contentissimo di tutto, di aver vissuto questa emozione ma anche del lavoro completato con la squadra. Una giornata emozionante!”. Così Charles Leclerc, alla fine della seconda giornata di test della Formula Uno sulla pista di Abu Dhabi, ha commentato a Motorsport la sua grandiosa prestazione. Il monegasco ha fatto registrare il tempo più veloce di giornata, lasciando il segno all’esordio da pilota ufficiale della Ferrari.

“Ogni volta che salgo su una macchina provo sempre a trovare il limite, e provo a farlo nel minor tempo possibile. – ha continuato il pilota che ha sostituito Kimi Raikkonen al termine della stagione 2018 – Ma lo scopo del test era la comparazione delle mescole, e credo che abbiano fatto un buon lavoro, quindi siamo contenti”.

Tra gli obiettivi principali raggiunti oggi da Leclerc c’è stato: “conoscere la squadra. Ovviamente molti volti mi erano già noti, ma è stata la prima volta che sono entrato nel box da pilota titolare, ed è sempre un po’ speciale. Poi credo sia molto importante iniziare a familiarizzare con il metodo di lavoro, perché ogni squadra ha sempre un suo approccio, e sotto questo aspetto è importante entrare subito in sintonia in vista del prossimo anno. Credo che sia naturale per un pilota provare a fare del suo meglio, in qualsiasi condizione. Ma non ho dimenticato che oggi eravamo qui per provare degli pneumatici”.

LaPresse/Photo4

Sul confronto con Sebastian Vettel, suo compagno di box, poi Charles non ha dati sulla quale basarsi: “abbiamo girato in due giornate differenti. Impossibile. Ci conosciamo abbastanza bene perché come pilota della Ferrari Driver Academy ho lavorato molto al simulatore, ed in diverse occasioni ci siamo incontrati. Ieri abbiamo parlato un po’, non molto, ma è stato interessante sentire le sue impressioni e vederlo guidare”.

“In effetti è stato speciale andare in macchina sapendo che il prossimo anno sarò qui, in questo box. Ma quando poi entri in pista, vuoi sempre dimostrare qualcosa, e da questo punto di vista non è cambiato nulla. – ha continuato il monegasco – È importante dedicare le proprie energie ai punti deboli, e nel mio caso sarà importante anche imparare dalla squadra e dal mio compagno. Ho tante cose ancora da scoprire”.

Valuta questo articolo

3.7/5 da 3 voti.
Please wait...


FotoGallery