Coach Kerr minimizza la lite Durant-Green: “cose che succedono, io presi a calci in culo Michael Jordan”

kerr LaPresse/EFE

Steve Kerr minimizza la lite fra Kevin Durant e Draymond Green al termine della sfida tra Warriors e Clippers: il coach di Golden State se ne esce con un batuta fra il serio e il faceto

Scricchiola qualcosa in casa Warriors? Questo potrebbe essere l’ultimo anno in cui il ‘core’ del roster dei Campioni NBA in carica resterà unito. I motivi sono molteplici, ad iniziare dal salary cap intasato, che probabilmente impedirà il rinnovo al rialzo a qualche importante membro della squadra, passando per la volontà di Kevin Durant che non ha mai assicurato la sua permanenza nella Baia per la prossima stagione. Al termine della partita fra Warriors e Clippers, Draymond Green e lo stesso KD hanno avuto qualcosa da ridire al riguardo e la situazione è degenerata in un duro litigio. Ad avere la peggio è stato ‘D-Money’, multato e sospeso per una gara. Coach Kerr è intervenuto a far luce sulla vicenda, minimizzando l’accaduto e raffreddando la situazione. In conferenza stampa Kerr ha spiegato che queste sono ‘cose che succedono’ all’interno di ogni spoglitoio e che anche lui in passato ha avuto a che fare con episodi del genere, concludendo con una frase sibillina: “comunque io ho preso a calci in culo Michael Jordan”. Davvero Steve?!

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery