Chi è Liam Caruana? Il tennista italo-texano protagonista delle ATP Next Gen Finals

Liam Caruana è la wild card azzurra che si giocherà il successo alle ATP Next Gen Finals insieme ai migliori giovani talenti del circuito maschile

Alle ATP Finals di Milano, al via nella giornata di domani (martedì 5 novembre 2018), l’Italia sarà rappresentata dalla wild card Liam Caruana. Un nome che potrebbe dire poco agli appassionati di tennis, ma che i tifosi azzurri sosterranno sicuramente nel torneo giovanile di fine stagione. Il giovane tennista italiano ha vinto la sfida contro Brancaccio che gli ha aperto le porte del Gruppo B, quello con de Minaur, Fritz e Rublev.

Caruana, nato a Roma il 22 gennaio 1998, si trasferisce negli USA insieme al papà e al resto della famiglia, prima a San Diego e poi in Texas. Proprio negli Stati Uniti gioca i suoi primi tornei juniores. Nel 2014 vince un set contro Rublev (che affronterà nel girone delle Finals) nel Grade A di Città del Messico. Nel 2015 gioca la finale del Grade 2 di Budapest, mentre l’anno seguente raggiunge il terzo turno degli Australian Open junior, uscendo sconfitto contro un giovanissimo, ma già talentuoso, Stefanos Tsitsipas. Il primo successo degno di nota arriva all’USTA International Spring Championship contro Sam Riffice. Caruana gioca anche in Italia, venendo sconfitto ai quarti del Bonfiglio contro Fokina, che lo batterà poi anche nella finale del Grade 1 del Canadian Open.

Nei Futures, Caruana ottiene una semifinale ad Heraklion e un successo a Decatur contro Olivieri, mentre nei Challenger perde in semifinale a Todi contro Marco Cecchinato. Nel 2018 viene sconfitto nell’ultimo turno di qualificazione al main draw dell’ATP di Auckland, ma riesce ad entrare nel tabellone principale a causa di una serie di ritiri. Viene eliminato da Steve Johnson 7-5 / 7-6 (7-4). Nonostante sia arrivato fra i primi 400 al mondo, l’annata non prosogue nel verso giusto e attualmente lo ritroviamo numero 622 del ranking mondiale maschile.

 

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery