Champions League – Allegri non ha dubbi: “Benatia? Solo uno sfogo. Con lo United farà gol Cristiano Ronaldo”

Allegri Fabio Ferrari/LaPresse

Alla vigilia di Juventus-Manchester United di Champions League, Massimiliano Allegri parla a 360 gradi dell’ambiente bianconero: dallo sfogo di Benatia al digiuno di gol europei di Cristiano Ronaldo, passando per titolari e infortunati

Innanzitutto mi hanno fatto piacere le parole di Cristiano. Divertimento uguale vittoria. In questo momento le cose stanno andando bene, ma in questo momento non si conquistano trofei. Domani potremmo raggiungere il primo obiettivo, o da primi o da qualificati, e poi eventualmente avremo altre due partite per raggiungere il primo posto, e poi dovremo tuffarci in campionato. La cosa che conta però è arrivare a marzo nelle migliori condizioni e soprattutto essere competitivi su tutti i trofei, Supercoppa compresa che il 16 gennaio giocheremo contro il Milan“. Sono le parole del tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, alla vigilia della sfida di Champions con il Manchester United.

Ronaldo non ha ancora segnato in Champions, e il tecnico della Juve si aspetta il gol contro la sua ex squadra. “Che faccia gol! La prima non l’ha giocata, la seconda neppure, con il Manchester ha fatto assist. Ne ha giocato una, non è che ne ha giocate tante“.

Benatia? Se ha detto qualcosa sarà stato sicuramente uno sfogo. Essere in una grande squadra comporta anche il fatto di poter star fuori. Su 14 partite credo Benatia abbia giocato quasi il 50% delle partite in un reparto in cui ci sono giocatori importanti. Da me lui è considerato un giocatore importante e giocatori come lui sono difficili da trovare, al pari di Barzagli, Chielllini Rugani. Ci sta ogni tanto anche uno sfogo“, ha proseguito il tecnico bianconero che ha poi parlato degli infortunati.

La caviglia di Mandzukic sta bene. Domenica non l’ho portato in panchina perché avevo paura che salendo gli scalini gli tornasse il dolore. Per quanto riguarda gli altri… stamattina ho letto la rassegna e ho visto che avevamo dieci giocatori morti. Infatti sono arrivato al campo e ho detto ‘Dove sono morti?’. Ne ho solo due fuori, Bernardeschi, che potrebbe tornare contro il Milan, e Douglas Costa che speriamo di riavere presto. Per quanto riguarda gli altri, Mandzukic e Khedira sono a disposizione. Domani bisogna stare attenti, servirà una gara migliore di quella di Manchester perché loro possono essere pericolosi in qualsiasi momento. Servirà una partita di grande attenzione perché ci giochiamo tanto“, ha sottolineato Allegri che è ancora incerto sugli uomini da schiarare.

Non mi ricordo nemmeno chi ha giocato a Manchester. ‘Cuadrado’? È in un buon momento. Può darsi giochino gli stessi tre. Poi devo decidere se far riposare Matuidi, che fortunatamente per lui è arrivato in finale al Mondiale e l’ha vinto. Sabato ha fatto una partita non brillantissima in cui ha dato tutto quello che aveva e anche di più. Quindi potrei farlo riposare, perché Khedira sta bene ed è un recupero importante. Mandzukic? E’ un giocatore molto importante per noi e riaverlo a completa disposizione, così come Khedira, soprattutto nel reparto avanzato, sono contento di averlo a disposizione. Ma lui ogni anni ha questi problemi, se vi ricordate ebbe un problema al gomito. Ogni tanto a lui queste cose gli capitano, quindi quando non sta bene è meglio farlo recuperare“. (Spr/AdnKronos)

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery