Borussia Dortmund, condannato per tentato omicidio l’attentatore che ferì Bartra: 14 anni di carcere

LaPresse/REUTERS

Borussia Dortmund, l’attentatore che ferì Bartra è stato condannato a 14 anni di reclusione al termine di un lungo processo

E’ stato condannato a 14 anni di reclusione l’uomo – identificato come Sergei W. – responsabile dell’attacco al pullman del Borussia Dortmund nel mese di aprile scorso. Un attacco che provocò il ferimento del difensore spagnolo Marc Bartra oltre che di un agente di polizia. Durante il processo, il sospetto, tedesco di origini russe, ha confessato di aver fatto esplodere tre ordigni di fabbricazione artigianale contenenti pezzi di metallo al passaggio del pullman della squadra, che il giorno dell’attacco doveva giocare contro il Monaco. Inizialmente gli inquirenti erano stati portati fuori strada nelle indagini dal ritrovamento di alcuni biglietti lasciati sul posto dell’attentato e che alludevano a legami con ambienti estremistici islamici ma per finire la polizia ha arrestato Sergei W. che ha confessato di aver compiuto l’intera operazione allo scopo di trarne profitto sfruttando il crollo in borsa delle azioni del Dortmund. L’uomo, tecnico informatico, aveva compiuto l’attacco dopo aver acquistato lo stesso giorno 15.000 opzioni di acquisto di titoli del Dortmund, unica squadra della Bundesliga quotata in borsa. (Ses/AdnKronos)

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery