Basket – Euro Women 2019 Qualifiers: ultime due gare per l’Italia, le azzurre se la vedranno con Croazia e Svezia

Per la squadra di Marco Crespi si tratterà di due sfide decisive, visto il primo posto in classifica nel girone H: con due vittorie la qualificazione sarebbe aritmetica

E’ il momento. A novembre la Nazionale Femminile affronterà le ultime due partite dell’EuroBasket Women 2019 Qualifiers: si parte il 17 con la trasferta in Croazia (Slavonski Brod, ore 19.00) e si chiude con la gara interna con la Svezia, in programma mercoledì 21 al PalaMariotti di La Spezia (20.30, diretta SkySportHD).

Per la squadra di Marco Crespi si tratterà di due sfide decisive: al momento le Azzurre sono al comando del girone H, all’Europeo (si gioca in Serbia e Lettonia, dal 27 giugno al 7 luglio 2019) si qualificano le prime classificate degli otto gironi e le sei migliori seconde. Con due vittorie l’Italia sarebbe prima, con due ko sarebbe eliminata mentre con un successo e una sconfitta si ricorrerebbe alla classifica avulsa nel caso in cui si dovesse chiudere alla pari con Svezia e Croazia, con la Macedonia già ampiamente fuori dai giochi.

Marco Crespi ha diramato l’elenco delle 17 convocate per il raduno, che si svolgerà a La Spezia a partire da domenica 11 novembre: il 16 il trasferimento in Croazia, dal 18 le Azzurre saranno di nuovo in Liguria per preparare l’ultimo impegno con la Svezia.

Così coach Crespi: “Due partite importanti e belle da giocare. Il primo obiettivo è lavorare mentalmente e tecnicamente sapendo che saranno, entrambe, due nuove partite, nessun confronto con quelle precedenti. Obiettivo della nostra squadra perché la Nazionale non è la lista delle dodici migliori giocatrici ma quella delle dodici persone che possono funzionare meglio come, appunto, squadra. Come SSNF vogliamo guardare in ogni direzione, così si spiegano la chiamata di Romeo e quella di Panzera, guardando ad oggi e costruendo il domani. Sarà con noi Elisa Penna, una presenza importante sul campo e significativa per il lavoro svolto dalla Federazione e mi piace ringraziare la qualità di visione di Jennifer Hoover, sua coach a Wake Forest”.

L’evento è organizzato da Master Group Sport, advisor della Federazione Italiana Pallacanestro. La prevendita dei biglietti sarà aperta nei prossimi giorni. La conferenza stampa di presentazione della partita si terrà al Comune di La Spezia giovedì 15 novembre alle ore 12.30. Nel corso della conferenza sarà anche presentato “La giovane Italia – Gli Under 19 in cui crediamo“, l’almanacco realizzato in collaborazione con la FIP. Curato da Paolo Ghisoni, Andrea Meneghin, Fabio Schisano, Stefania Renda, Carlo Carillo e il supporto di Basketincontro, illustra le migliori e i migliori prospetti del basket italiano.

Saranno diverse le attività organizzate a margine del raduno. Tra le altre, un Clinic tenuto da Marco Crespi e Matteo Panichi nella serata di martedì 13 al PalaMariotti, a conclusione della giornata che i tecnici della Liguria trascorreranno a contatto con la Nazionale Femminile.

A La Spezia Raffaella Masciadri chiuderà la propria carriera in Nazionale, attualmente il capitano vanta 192 presenze e 1.702 punti. L’esordio avvenne il 16 maggio 2001 a Limerick (Irlanda) contro il Portogallo. Tra le convocate anche l’esordiente Ilaria Panzera (16 anni compiuti a luglio e medaglia d’Oro all’Europeo Under 16) e Nicole Romeo, playmaker italo-australiano alla prima esperienza in Azzurro. Ci sarà anche Elisa Penna, che volerà in Italia dopo aver giocato una partita con Wake Forest, il suo College NCAA.

A La Spezia sarà esposta per la prima volta la Mostra “1938. Azzurre Prime in Europa”, dedicata al successo ottenuto dalla Nazionale Femminile 80 anni fa. La Mostra sarà inaugurata il 20 novembre e poi portata nei palazzetti di A1 e A2, dalla Legabasket Femminile, nel corso della stagione. L’esposizione consta di 8 pannelli che raccontano in 16 tavole i momenti di quell’Europeo, dalla preparazione alla vittoria, illustrando il significato sociale dello sport al femminile in piena epoca fascista alla fine degli anni Trenta e lo sviluppo della pallacanestro in Italia prima della seconda Guerra Mondiale.

Le Azzurre

Olbis Andre Futo (’98, 1.86, A, Famila Schio)

Debora Carangelo (’92, 1.69, P, Umana Reyer Venezia)

Sabrina Cinili (’89, 1.91, A, Passalacqua Ragusa)

Martina Crippa (’89, 1.78, G-A, Famila Schio)

Valeria De Pretto (’91, 1.85, A, Umana Reyer Venezia)

Francesca Dotto (’93, 1.70, P, Famila Schio)

Marcella Filippi (’85, 1.85, A, Famila Schio)

Gaia Gorini (’92, 1.81, P, Umana Reyer Venezia)

Jasmine Keys (’97, 1.90, A, Fila San Martino di Lupari)

Raffaella Masciadri (’80, 1.85, Ala, Famila Schio)

Giuditta Nicolodi (’95, 1.85, Geas Sesto San Giovanni)

Ilaria Panzera (’02, 1.78, G-A, Geas Sesto San Giovanni)

Elisa Penna (’95, 1.91, A, Wake Forest University, USA)

Kathrin Ress (’85, 1.92, C, Saces Mapei Napoli)

Nicole Romeo (’89, P, 1.66, Canik Belediyesi Samsun, Turchia)

Giorgia Sottana (’88, 1.75, P, Fenerbahce, Turchia)

Cecilia Zandalasini (’96, 1.85, A, Fenerbahce, Turchia)

 

Il calendario del girone H

11 novembre 2017

Macedonia-Italia 52-61; Croazia-Svezia 54-57

15 novembre 2017

Italia-Croazia 71-83; Svezia-Macedonia 91-51

10 febbraio 2018

Svezia-Italia 47-69; Macedonia-Croazia 47-108

14 febbraio 2018

Italia-Macedonia 93-33; Svezia-Croazia 63-55

Classifica

ITALIA, Svezia 3-1; Croazia 2-2; Macedonia 0-4

17 novembre 2018

Croazia-Italia (Slavonski Brod, ore 19.00); Macedonia-Svezia

21 novembre 2018

Italia-Svezia (La Spezia, ore 20.30, diretta SkySport); Croazia-Macedonia

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery