Botta e risposta al veleno tra Asia Argento e la madre: volano parole pesanti per la relazione con Corona [GALLERY]

  • Da Chi

    Da Chi

/

Asia Argento criticata dalla madre per la sua relazione con Fabrizio Corona: l’attrice italiana replica al veleno contro Daria Nicolodi, ecco tutti i tweet

Due signori di mezza età con felpa e cappuccetto che si baciano… un po’ inguaiati e inguaianti”: così la madre di Asia Argento, Daria Nicolodi commenta le foto della rivista ‘Chi’ che hanno portato a galla la relazione, venuta ieri allo scoperto (VEDI QUI), tra Fabrizio Corona e la figlia. La donna non pare condividere il nuovo amore dell’ex giudice di X Factor, che dopo la morte suicida dell’ex compagno (lo chef di fama internazionale Anthony Bourdain) e le accuse di violenza sessuale da parte di Jimmy Bennett, avrebbe forse bisogno di tranquillità.

asia argento

Stefano Colarieti/LaPresse

Dopo il commento della Nicolodi, arriva la risposta della stessa Asia Argento. Le parole dell’attrice rivolte alla madre sono pubblicate da quest’ultima su Twitter, su cui si legge: “mia figlia Asia Argento mi scrive La mia era una sciarpa, non un cappuccio. Fai schifo. Sei una donna e madre pessima, ma già lo sai. Sei una fallita, sola nel mondo. Torna nel tuo dimenticatoio, ora hai veramente esagerato. Fottiti troia”. La madre di Asia come se non bastasse twitta  ancora, scrivendo: “più troia di voi lo spero, che siete così innocenti. Un periodo in clinica non ti guasterebbe. Siamo tutti preoccupati per te“.

Anche il padre di Asia Argento, Dario Argento ha commentato la nuova relazione della figlia, ma con toni più pacati. Il regista italiano ha detto a Rai Radio2 durante il programma “I Lunatici”: “questa storia di Corona non la conosco, mi hanno detto che sono uscite delle foto di Asia con lui, ognuno fa la sua vita. Non mi fa impazzire Corona, non per il gossip, ma per quello che ha combinato, per quello che ha fatto. Comunque, Asia è tornata a sorridere”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery