Arrestato il fratello di Marco Sau: le accuse sono di spaccio e detenzione di materiale esplosivo

LaPresse/Alessandro Tocco

Davide Sau, fratello dell’attaccante del Cagliari Marco, è stato arrestato per detenzione illegale di materiale esplosivo e armi comuni da sparo, detenzione e spaccio di stupefacenti

Brutte notizie per l’attaccante del Cagliari Marco Sau. Come riportato dalla Rosea, Il fratello Davide è stato arrestato in flagranza, mentre si trovava ai domiciliari per precedenti penali presso un appartamento situato nel quartiere di Is Mirrionis a Cagliari, per detenzione illegale di materiale esplosivo, detenzione illegale di armi comuni da sparo e munizionamento, detenzione e spaccio di stupefacenti e denunciato per ricettazione. La polizia ha trovato nel garage della sua abitazione: due pistole modificate Beretta e Bruni con i proiettili, cartucce di vario calibro, tre chili di marijuana, un chilo e mezzo di esplosivo commerciale, caschi da motociclista, indumenti per il travisamento, guanti e fascette da elettricista; diverse targhe rubate, anche di scooter della Polizia municipale, provento di furto, un manufatto in pietra riconducibile al Neolitico, rappresentante la “Dea Madre” su cui sono in corso accertamenti. I primi accertamenti invece, avrebbero escluso il suo coinvolgimento nel tentativo di rapina ai danni del ristoratore Alberto Melis, sventato dalle forze dell’ordine nei giorni scorsi, nonostante la perquisizione sia stata effettuata dopo aver appurato l’esistenza di alcune connessioni fra Davide Sau e Michele Pili, Mario Calledda e Angelo Pisano, i 3 arrestati per il tentativo di rapina.

Valuta questo articolo

5.0/5 da 1 voto.
Please wait...


FotoGallery