Allan convocato dalla Selecao, tutta l’emozione del difensore del Napoli: “sto vivendo un sogno”

allan LaPresse

Allan convocato dalla Nazionale brasiliana, per il difensore del Napoli è un sogno che si avvera

Sto vivendo un sogno”. Così Allan parla con tutta l’emozione che ha in corpo in un’intervista dopo la convocazione con il Brasile. “Far parte di una nazionale con così tanti campioni è un riconoscimento molto importante di quanto ho fatto finora nella mia carriera. – ha continuato il difensore del Napoli dopo la chiamata del c.t. Tite – Spero di sfruttare al massimo questa opportunità, e di dimostrare i miei progressi da calciatore. Essere qui oggi mi spinge a migliorare ancora di più”.

A Gazzetta dello Sport, Allan ha detto: “dopo sette anni in Italia, fra Udinese e Napoli, sono maturato tantissimo superando anche dei momenti difficili. Sono un altro rispetto a quando ho lasciato il Brasile. E adesso provo una grande emozione a essere in questo gruppo di altissimo livello. Negli ultimi tempi a ogni convocazione della Selecao speravo di far parte della lista, e provavo un grande senso di attesa. Poi rimanevo triste non vedendo il mio nome, però mi dicevo che il Brasile ha tanti giocatori di qualità sparsi per il mondo e che quindi per realizzare il mio sogno avrei dovuto dare ancora di più. Quando finalmente ho visto il mio nome nell’elenco dei convocati, ho festeggiato a lungo con la mia famiglia. Ho realizzato la massima aspirazione di ogni giocatore. Ora spero che sia anche un punto di partenza”.

Con Sarri giocavamo con il 4-3-3 e io facevo l’intermedio di destra. – ha spiegato il calciatore brasiliano che presto indosserà la casacca verdeoro –Adesso invece, con Ancelotti, facciamo il 4-4-2 con due mezzali. Ma ciò che davvero conta è dare sempre il massimo, non importa in che ruolo o con quale modulo. Ancelotti è una persona meravigliosa, un allenatore con il quale a ogni calciatore piacerebbe lavorare. È intelligente, tranquillo, tenta sempre di aiutarci e senza mai gridare. Il gruppo è tutto dalla sua parte. Sarri è più chiuso e un po’ agitato, ma tutti e due sono persone stupende che mi hanno aiutato tanto”.

Su un possibile passaggio alla Nazionale italianaAllan infine chiosa: “ho letto di questa cosa su internet, ma vi garantisco che non ho avuto contatti, e che nessuno della federazione italiana ha mai parlato con me”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery