Insigne vs Verratti, Zeman pregusta lo spettacolo: “Marco meglio di Modric, Lorenzo è fenomenale”

LaPresse/Enrico Locci

L’allenatore boemo ha parlato di Insigne e Verratti, due giocatori da lui lanciati con la maglia del Pescara che questa sera si affronteranno in Champions League

Questa sera si affronteranno in uno spettacolare Psg-Napoli, in passato hanno condiviso splendidi momenti con la maglia del Pescara addosso.

Verratti PSG

LaPresse/Reuters

Lorenzo Insigne e Marco Verratti sono oggi due autentici pilastri nelle proprie rispettive formazioni, così come lo erano nella squadra di Zdenek Zeman, che incantò la serie B puntando sul trio completato da Ciro Immobile. Il boemo è tornato a parlare dei suoi due ex giocatori, spendendo parole al miele ai microfoni della Gazzetta dello Sport: “Lorenzo e Marco mostravano già da giovanissimi di avere qualcosa in più, sono cresciuti tanto in questi anni e non devono fermarsi perché hanno ancora margini. Verratti è da due anni il miglior giocatore di Francia, e Lorenzo il miglior esterno d’attacco del nostro campionato. Verratti per me è meglio di Modric, nel suo ruolo è il migliore del mondo. Verratti lo chiamavo Marcolino, Insigne invece era Lorenzolo, come uno dei sette nani. Si intendevano in campo ad occhi chiusi, loro due e Ciruzzo Immobile. Io ho provato a formarli e a insegnargli calcio, il resto lo hanno fatto loro con la disponibilità e il sacrificio“.

Italia inghilterra

Lapresse

Zeman poi si sofferma su Insigne: “nei primi anni a Napoli lo facevano correre e difendere per tutta la fascia: un errore. Lui è un attaccante, deve restare sempre vicino alla porta. Nei piedi per me ha più di 20 gol. Con me a Pescara segnò 18 reti e fece 14 assist. Chiedete a Immobile quanti gol gli fece fare… Fu il miglior giocatore del campionato anche se la Serie B è diversa dalla A. Con Sarri ha fatto bene, ma con lui si gioca a un tocco, appoggiandosi sempre, mentre a Insigne piace saltare l’uomo, in quello è fenomenale. Con Ancelotti ha qualche libertà in più, l’importante in ogni caso è che faccia l’attaccante e guardi sempre la porta“.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery