Atletica – Venice Marathon: domenica si corre in laguna

Atletica, Venice Marathon: domenica 13.000 di corsa in laguna

La 33esima edizione della Huawei Venicemarathon, domenica 28 ottobre, sarà quest’anno nel segno del Giappone e del suo idolo Yuki Kawauchi. Il maratoneta “samurai” capace di grandi imprese, l’uomo che aspira a correre 100 maratone sotto le 2h20 e che correrà la sua 87esima in carriera e la decima da inizio anno, in questa stagione ha conquistato la classica di Boston in condizioni meteo proibitive. Per la prima volta in Italia, ha scelto Veneziaperché affascinato dal suo percorso e perché vuole diventare il primo giapponese a vincere in laguna. Una festa per oltre 13.000 runners che partirà alle ore 9.15 da Stra con la Maratona e alle ore 8.30 dal Parco San Giuliano con la VM10KM (iscrizioni sold out). Entrambe le gare taglieranno un unico traguardo: quello di Riva Sette Martiri a Venezia.

Tra gli atleti africani il miglior accreditato, con il tempo di 2h08:16 (Barcellona 2015), è il keniano Philip Kangogo Cheruiyot. Sempre dal Kenya arrivano anche Kipkemei Mutai, Gilbert Kipleting Chumba, l’ex idraulico arrivato quarto lo scorso anno e che dopo la maratona si è comprato una mucca chiamandola Venice, e John Komen che nel 2009 fece segnare il miglior tempo di sempre della maratona veneziana: 2h08:13. Molto forte sulla carta è anche l’etiope Mekuant Ayenew Gebre (2h09:00 a Praga nel 2017). Al femminile, da evidenziare i nomi della keniana Angela Jemesunde Tanui (2h26:31, Vienna 2017) e dell’ultramaratoneta croata Nikolina Sustic, neocampionessa del mondo della 100 km su strada.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery