Vela – Diego Negri a Gargnano con la classe Star

Mauro Melandri/Zerogradinord

Il circolo Vela Gargnano ospita la classe Star: Diego Negri sul lago di Garda

Il Circolo Vela Gargnano-lago di Garda si avvia a chiudere la sua stagione sportivo-organizzativa 2018. Lo farà nel prossimo week end ospitando la classe Star. L’ex gloria olimpica assegnerà, di fronte alle località di Bogliaco, Villa e Gargnano, il Campionato del XIV Distretto. Partecipazione Open, aperta ad equipaggi che arriveranno da Austria e Germania, più i vari skipper italiani a contendersi questo titolo, di fatto il Campionato Italiano d’autunno.

In pole ci saranno il ligure Diego Negri, già campione d’Europa, da anni ai vertici delle Ranking Internazionali, poi il Campione Italiano in carica, il velista di Malcesine Roberto Benamanti che, a Gargnano, in questa annata, ha festeggiato la sua Nona affermazione assoluta alla Centomiglia, la gara Cult del Circolo Vela Gargnano, più il giovanissimo Guido Gallinaro che dopo aver vinto Mondiale ed Europeo con il Laser Radial si presenterà a Nassau per la World Cup della vera Champions League della vela Mondiale. Si correrà nelle giornate di sabato e domenica. Dopo le Star a Gargnano si andrà in letargo, in attesa della stagione 2019 con molte novità organizzative con Gargnano capofila dei Sodalizi della riva lombarda (Oltre a Gargnano, Univela Campione, Canottieri Garda e Circolo Vela di Toscolano-Maderno) che hanno già visto assegnato un importante Evento. E’ la continuazione di significative collaborazioni con altrettante realtà del territorio a cominciare dalle Funivie di Malcesine-Monte Baldo, Golf Bogliaco, Terme di Sirmione, il progetto Toscolano 1381, il Garda Sailing Challenge con i club di Portese e Limone, in ambito sportivo promozionale i corsi con la Play Sport Academy di Bergamo, i corsi estivi con il CV Toscolano-Maderno, gli allenamenti con Desenzano, Salò, Brenzone, Univela Campione.
Altri Goal sono arrivati grazie a «Lab CVG, le idee portate dal vento». In ordine, sparso, ci sono stati i test delle tre barche, costruite in materiale eco compatibile, da Mètis dell’Università di Padova, l’alternanza scuola-lavoro con l’Istituto Polo-Bazoli di Desenzano grazie alla collaborazione di Lab Garda Uno, ben 3 lavori con le Università bresciane, la loro versione della barca ecologica, il sedile mobile per le Paralimpiadi di Rio 2016 (poi realizzato dall’ Itis Beretta di Gardone Valtrompia), la maglia con i sensori, in grado di trasmettere 10 parametri vitali per la salute, realizzata dalla Xeos di Brescia. In ambito sociale su tutte le prue delle barche della Centomiglia c’era il logo dello «Shooting World Parasport Championships» di Lonato, il prestigioso Campionato Mondiale Paralimpico di Tiro al piattello di questo mese di ottobre. Il 22-23 settembre è stata la volta della 12ª ChildrenWindCup, regata con i piccoli dell’Ospedale dei Bambini di Brescia, una vera festa corale con Volontari, Famiglie, Medici, Campioni della vela e di altri sport, la Fondazione Internazionale Terzo Pilastro, Fondazione Asm, Yacht Club Cortina, Ori Martin Brescia.

PARTNER GLI AMICI
Con Circolo Vela Gargnano 2018 & 68° Centomiglia hanno collaborato: Terme di Sirmione, Golf Bogliaco, Funivia Malcesine-Monte Baldo, World Shooting Parasport Lonato 2018 (Mondiale Tiro al Piattello Paralimpico), Kwindoo, Aragonesi Gioielli, OneSails, Ori Martin, Aron, Centrale del latte di Brescia, Tecnowear Abbigliamento Silverlake, Ubi Banca, Bpse Eventi sportivi, La Perla del Garda, Univela Sailing, Marina di Bogliaco, Grand Hotel Gardone Riviera, Cantiere Feltrinelli, Terre del Garda, Fondazione Terzo Pilastro Internazionale Roma, Fondazione Asm Brescia, Dap Brescia, Toscolano 1381, Garda Uno Lab.
Patrocinio.
Sailing World, Federazione Italiana Vela, Regione Lombardia, Comune di Gargnano, Garda Lombardia, Brescia Tourism.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery