McGregor-Nurmagomedov – L’irlandese attacca l’avversario: “sento già il suo cervello soffrire sotto i miei colpi”

LaPresse/Reuters

Conor McGregor carico per la sfida di UFC 229 contro Khabib Nurmagomedov: l’irlandese non risparmia il solito trash talking nei confronti dell’avversario

Dopo circa due anni di assenza dalla gabbia UFC, nei quali è stato anche espropriato del proprio titolo dei pesi leggeri, Conor McGregor tornerà a lottare in un match ufficiale. Ad UFC 229, il fighter irlandese sfiderà Khabib Nurmagomedov, l’imbattuto atleta russo che lo ha già sconfitto nel loro primo e unico incontro precedente. Nurmagomedov ha conquistato il titolo del quale è stato spogliato McGregor per inattività, attirando su di sé le ire di ‘The Notorious’. Clamoroso quanto accaduto dopo il media day di UFC 223, quanto un furioso Conor McGregor ha devastato il backstage del Brooklyn Center assaltando il bus dove era presente il daghestano, tirandogli contro una transenna. Episodio per il quale l’irlandese venne anche arrestato. Nella gabbia UFC ci sarà la resa dei conti.

Intervistato ai microfoni di TheMacLife, Conor McGregor non ha risparmiato il solito trash talking, in grado di infiammare ancora di più la sfida fra i due: “penso che lo trasformerò in una bobblehead (statuetta con la testa dondolante, ndr) ad essere onesto. È una questione personale ma è così, è sempre una questione personale. C’è solo una nuova faccia e un nuovo corpo. Lo vedrò trasformarsi in una bobblehead ogni volta che lo colpirò. Sento il suo cervello che rantola dopo un mio colpo. È quello che sento nella mia testa, ma adesso sono un veterano. Sarò preparato per 5 round, sarò preparato per qualsiasi scenario. Mi sono allenato bene, ho lavorato e con il mio team siamo fiduciosi, non importa cosa succederà”.

Valuta questo articolo

3.7/5 da 3 voti.
Please wait...


FotoGallery