Torino penalizzato dal Var: arriva una singolare “proposta” del presidente Cairo

LaPresse/Nicolò Campo

Torino ancora a gamba tesa sul Var, il patron granata Urbano Cairo fa eco al suo tecnico Mazzarri ed avanza una proposta per migliorare lo strumento

Il Torino lamenta da inizio anno un trattamento di sfavore da parte della classe arbitrale, con precise critiche giunte da Mazzarri e dal patron Cairo in merito all’utilizzo del Var. A tal proposito è giunta adesso una proposta da parte proprio di Urbano Cairo, per modificare l’utilizzo del Var: il cosiddetto Var a chiamata. Cairo ha spietato a Sky Calcio come a suo parere potrebbe funzionare il tutto: “Ho parlato di questa proposta di una chiamata da parte dell’allenatore, però poi parlando con qualche giornalista mi è stato obiettato: ‘come fa l’allenatore a vedere bene?’. Allora correggo la proposta in diretta: non più chiamata dell’allenatore, ma del capitano che è in campo e vicino all’azione e può avere una visione diversa. Una chiamata a partita o a tempo può servire per migliorare le cose. La Var che a me piaceva fosse stata introdotta va benissimo, dico solo usiamola un po’ di più. Quando hai uno strumento tecnologico così buono e forte è giusto usarla di più. Poi la chiamata è solo una proposta“.

In realtà il Var viene utilizzato anche quando non ce ne accorgiamo con i cosiddetti silent check, dunque ad ogni criticità c’è un arbitro che interviene controllando l’accaduto. “Sono stato il primo a dire che dobbiamo cercare di abbassare un po’ i toni – conclude il numero uno granata -. Eccedere non va bene. Abbiamo detto che siamo stati penalizzati, aspettiamo di vedere che le cose cambino, ci sono stati alcuni casi in cui avremmo meritato dei rigori”.

Valuta questo articolo

5.0/5 da 1 voto.
Please wait...


FotoGallery