Timberland nomina Christopher Raeburn nuovo global creative director [GALLERY]

/

Timberland nomina il designer londinese Christopher Raeburn nuovo global creative director. Il nuovo ruolo sottolinea l’impegno del brand verso un design responsabile e coincide con il lancio della collaborazione Timberland x Christopher RÆBURN FW18

Timberland, conosciuto in tutto il mondo per il suo iconico yellow boot e la passione outdoors, ha annunciato oggi una partnership con il designer britannico Christopher Raeburn, che ricoprirà il ruolo di Global Creative Director per il brand. Raeburn, la cui etichetta è sinonimo di un fashion design intelligente e responsabile, sarà uno dei principali protagonisti nello sviluppo della visione creative globale di Timberland garantendo un approccio di design olistico su tutte le categorie di prodotto, dal marketing ai contesti in-store, oltre ad implementare l’impegno del brand verso un approvigionamento responsabile, l’inclusività e la comunità.

I valori sui quali si fonda il design di Raeburn sono tre – REMADE, REDUCED, RECYCLED – e sono complementari al costante impegno di Timberland nel creare nuovi prodotti responsabilmente e con un utilizzo sempre maggiore di materiali riciclati, organici e rinnovabili. Raeburn è portavoce anche di artigianalità, innovazione e utilità come elementi centrali della sua filosofia di design, creando ancora una volta una connessione naturale e autentica con Timberland®.

In veste di direttore creativo, Raeburn collaborerà con i team Timberland di prodotto, marketing e innovazione su scala globale per offrire un pensiero lungimirante e un sentito che spingano i confini del design rendendo onore al patrimonio heritage tipicamente outdoor del brand. Raeburn lavorerà a stretto contatto con ogni team per creare una collezione di calzature, abbiglliamento e accessori Timberland® che promuova l’obiettivo del marchio di cambiare, lavorare insieme e renderlo migliore. La prima collezione completa sotto la guida di Raeburn, sia uomo che donna, sarà la Fall Winter 2020.

“ Timberland ha una base solida in artigianalità e innovazione; ora è il momento di accrescere la nostra visione del brand attraverso la lente del design,” afferma Jim Pisani, global brand president Timberland. “ Christopher Raeburn è un autentico visionario, che condivide la nostra filosofia di responsabilità e mette sul tavolo una sensibilità in termini di design fresca e moderna. Insieme riusciremo davvero a superare i confini di dove può andare Timberland come brand e siamo entusiasti di poter iniziare.”

“Ho osservato Timberland per molti anni e sono sempre stato attratto dal suo impegno ad essere un’azienda responsabile” afferma Raeburn. “Vedo un’incredibile opportunità per Timberland di emergere ed inserire un design responsabile ed innovative al centro della strategia creativa del brand. è un momento emozionante per unire le forza con Timberland, una società destinata ad evolversi dopo decenni di buon lavoro. Sono onorato di collaborare con un’azienda dai valori così forti e sono davvero entusiasta di poter contribuire a fare la differenza su scala globale.”

Raeburn suddividerà equamente il suo tempo tra il suo omonimo brand Christopher RÆBURN e Timberland. Sarà basato nel suo studio londinese e viaggerà frequentemente verso l’headquarters globale a Stratham, New Hampshire,  e nella sede regionale a Stabio, in Svizzera ed Hong Kong.

Timberland e Raeburn hanno collaborato insieme per la prima volta con una capsule collection di abbigliamento che ha debuttato quest’anno alla scorsa London Fashion Week e che sarà lanciata in stores e online oggi. In linea con la sua filosofia REMADE, Raeburn ha perlustrato gli street markets e i negozi dell’usato per scovare pezzi Timberland vintage che ha meticolosamente destrutturato e ricostruito in pezzi iconici e contemporanei per la sfilata. Questi pezzi hanno ispirato la capsule collection Timberland x Christopher RÆBURN che comprende capispalla, pantaloni, camicie e magliette. Ogni modello della collezione incorpora una gamma di materiali ecocompatibili, tra cui cotone organico e PET riciclato (derivato da bottiglie di plastica) per ridurre al minimo l’impatto ambientale.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery