Scholes ancora contro Pogba: “era la Juve a renderlo forte”

France's midfielder Paul Pogba (L) vies for the ball with Belgium's forward Eden Hazard during the Russia 2018 World Cup semi-final football match between France and Belgium at the Saint Petersburg Stadium in Saint Petersburg on July 10, 2018. / AFP PHOTO / Adrian DENNIS / RESTRICTED TO EDITORIAL USE - NO MOBILE PUSH ALERTS/DOWNLOADS AFP PHOTO / Adrian DENNIS

Manchester United, Paul Scholes duro contro Pogba, reo di non avere lo stesso atteggiamento tenuto ai tempi della Juventus

La stagione del Manchester United è iniziata tra mille difficoltà che hanno fatto sì che molti big della rosa dei Red Devils siano finiti nel mirino delle critiche. Tra i più criticati c’è di certo Paul Pogba, il quale dopo un grande Mondiale non sta certo trascinando lo United in questa prima parte di stagione. Proprio in merito al centrocampista francese, è intervenuto un ex illustre, Paul Scholes, il quale non le ha mandate a dire a Pogba: “ha 25 anni e in un match riesce a fare cose straordinarie: un gran passaggio, un tocco sensazionale o un dribbiling – ha dichiarato ad ‘Espn’ – ma cinque minuti dopo commette l’errore peggiore, come se il suo cervello si disconnettesse perché ha già dimostrato a tutti quanto è bravo. Questo alla Juventus non si vedeva, perché era un pesce piccolo dentro una squadra in cui c’erano giocatori di carisma ed esperienza come Buffon, Pirlo, Bonucci, Chiellini e Marchisio. Ho amato tanto quella squadra, specialmente Pirlo e la sua tranquillità nel governare la partita. Pogba faceva parte di una grande gruppo ma è venuto allo United dove non c’è nessuno che lo controlla come facevano nella Juventus. Chi è più forte tra Ronaldo Messi? Ronaldo è forte: grande passo e potenza, abile sui calci piazzati e bomber di razza. Messi però calcisticamente parlando ha tutto…”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery