Roma scarica dopo la sosta e Dzeko si inceppa di nuovo: bastano due Spallate e il crollo è clamoroso

Alfredo Falcone/LaPresse

La Roma subisce un clamoroso ko casalingo contro la Spal: le reti di Petagna e Bonifazi regalano 3 punti agli ospiti e fanno spuntare nuovamente i fantasmi della crisi che, prima della sosta, sembrava ormai essere un lontano ricordo

Dopo la sosta per le nazionali, che di norma dura una settimana ma per gli appassionati sembra lunga un secolo, la Serie A torna in campo per il 9° turno di campionato. Ad aprire le danze è Roma-Spal, incontro del primo pomeriggio di sabato che regala subito il primo verdetto a sorpresa: grazie ai gol di Petagna e Bonifazi, la Spal sbanca l’Olimpico con un risultato pazzesco.

LaPresse/AS Roma/Fabio Rossi

I ferraresi giocano un calcio semplice: coperti in difesa e letali in attacco, con rispetto verso un avversario più forte e blasonato, ma mai timorosi e arrendevoli. Diverso l’atteggiamento della Roma che sembra tornata quella di inizio stagione: difficoltà nello sviluppo della manovra, Dzeko avulso dal resto della squadra e impreciso sotto rete e scarsa solidità difensiva (12 i gol subiti in 9 partite, l’anno scorso erano 5). Roma che sembra essere tornata scarica dopo la sosta, alla quale era arrivata con una striscia di 4 successi fra campionato e Champions, fra i quali spicca la vittoria nel derby contro la Lazio. Un brutto passo falso per i giallorossi che orfani di Kolarov e De Rossi, sembrano aver perso anche in leadership e personalità.

Alfredo Falcone/LaPresse

Di Francesco prova a lanciare il giovane talento Pellegrini, che lo ripaga con una prestazione grintosa, ma anche con un’ingenuità che costa il calcio di rigore del vantaggio della Spal. La rete apre una crepa nelle fragili certezze della Roma che, non riuscendo a sfruttare al meglio la propria fase offensiva, con Dzeko che a tratti è sembrato quello del suo primo anno nella Capitale, è risultata incapace di offendere, anche quando la Spal è rimasta sotto di un uomo a causa della clamorosa espulsione del portiere Milinkovic-Savic. Già dal prossimo incontro di Champions League contro il CSKA Mosca è vietato sbagliare, urge ritrovare la motivazione e la fiducia messe in mostra prima della sosta. Intanto la zona Champions rischia di allontanarsi ancora di più.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery