Sampdoria, Giampaolo “pungente”: bacchettati Quagliarella e Jankto

quagliarella LaPresse/Valerio Andreani

Quagliarella e Jankto sono stati i calciatori più chiacchierati del post partita in casa Sampdoria dopo l’incontro vinto con la Spal di Semplici

Il tecnico della Sampdoria, Marco Giampaolo, ha nuovamente strigliato Fabio Quagliarella. L’attaccante doriano, ancora una volta è uscito dal campo borbottando, scontento per la sostituzione decisa dal suo allenatore il quale ha rimarcato il fatto ai microfoni di Skysport: “Fabio è forte con lui dovrò giocare 38 partite. Poi potrà non essere contento della sostituzione. Ma io devo far crescere tutti i miei ragazzi. Non mi sorprenderei se Mancini lo convocasse in Nazionale, è un gran giocatore, un assist-man, sarebbe per lui un regalo straordinario. Lui è il nostro punto di riferimento e il nostro capitano, essere motivato è importante, ma lo è altrettanto che accetti le sostituzioni”. Giampaolo rivendica dunque la sua autorità e bacchetta Quagliarella per la seconda volta in questo inizio di stagione .

Parole pungenti anche per quanto concerne Jankto, ancora non inseritosi al meglio nei meccanismi della Sampdoria: “Essendo abituato a giocare in questo momento gli sto preferendo altri ed è un po’ in difficoltà, ma non deve abbassare la guardia, deve stare sul pezzo. Deve crescere e devo avere a disposizione un giocatore che c’è mentalmente e non che subisce l’esclusione. Lui ha qualità e comunque è una risorsa per noi”.

Valuta questo articolo

5.0/5 da 1 voto.
Please wait...


FotoGallery