Questo Parma è uno spettacolo: Genoa annichilito, D’Aversa “vede” la zona Europa

LaPresse/Tano Pecoraro

Super Piatek non basta al Genoa per far fuori il Parma scatenato di questo inizio di stagione: 3-1 per i ducali a Marassi

Il Parma vince, in rimonta, 3-1 a Marassi contro il Genoa in trasferta, nell’anticipo dell’ora di pranzo dell’ottava giornata di Serie A e sale a 13 punti in classifica, scavalcando gli uomini di Ballardini che restano fermi a 12. E la squadra di D’Aversa era priva della sua coppia-gol Gervinho-Inglese ma i tifosi non se ne sono accorti grazie al trio Siligardi-Ceravolo-Di Gaudio. Infatti dopo il gol iniziale del Genoa con Piatek sono andati a segno Rigoni, Siligardi e Ceravolo. I rossoblu passano in vantaggio con il loro bomber Piatek di testa al 6′ minuto del primo tempo. Il polacco tocca il primo pallone del suo match e lo mette in rete su preciso cross di Lazovic da sinistra, colpo di testa a trovare il palo lontano, nulla da fare per Sepe. Passano pochi minuti però e il Parma pareggia: al 15′ angolo per il Parma da destra, Siligardi riesce a pescare Rigoni in area piccola e l’ex non perdona da due passi ma non esulta. Al 25′ ancora Piatek vicinissimo al gol di testa: pallone nuovamente sul palo, stavolta Sepe riesce a respingere prima che il pallone varchi la linea, una questione di millimetri.

LaPresse/Tano Pecoraro

Gol mancato e gol subito, e al 26′ Parma in vantaggio: Siligardi riceve all’altezza del vertice destro dell’area, sterza e spara con il sinistro in porta, complice una leggera deviazione di Criscito, il pallone finisce in rete. I gialloblu continuano a rendersi pericolosi nonostante la mole di gioco del Genoa, e vanno ancora a segno. Al 30′ Barillà pennella un cross dalla trequarti per la testa di Ceravolo, dimenticato da Criscito, l’attaccante prende la mira e di testa beffa Radu. Al 35′ i padroni di casa potrebbero rientrare in partita ma il gol di Criscito viene annullato dal Var per fuorigioco. Il difensore aveva segnato di testa correggendo un’incornata di Piatek ma da posizione irregolare. Ad inizio ripresa il tecnico del Genoa inserisce Favilli e Bessa per Hiljemark e Medeiros, con una squadra a trazione anteriore. E i padroni di casa sfiorano subito il gol con Lazovic, ma il suo sinistro a giro termina di poco al lato. Al 3′ è Bessa ad impegnare Sepe di testa, ma il portiere del Parma è attento. I gialloblu si rendono pericolosi al 9′ ma Radu con una bella parata si oppone sul colpo di testa di Ceravolo. Il Genoa non si arrende e spinge e al 35′ su una conclusione potente dal limite di Bessa, il portiere del Parma con i pugni mette in corner. Poco dopo ancora Sepe protagonista su una tiro di Favilli sul primo palo. Al 38′ Piatek di testa svetta ma il pallone sfila di poco sul fondo. Il Genoa ci prova fino alla fine senza successo ed esce sconfitto da Marassi nonostante una buona gara. (Spr/AdnKronos)

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery