Pallavolo – Serie A2 femminile: completato il quadro della prima giornata, Perugia vince in casa contro Ravenna

Nel posticipo della prima giornata del Girone A, la Bartoccini Gioiellerie Perugia stende 3-1 la Conad Ravenna

Si completa con l’ottava vittoria interna su 8 partite la prima giornata della Samsung Volley Cup di Serie A2 Femminile. Nel posticipo del Girone B, al PalaBarton di Perugia la Bartoccini Gioiellerie supera per 3-1 la Conad Olimpia Teodora Ravenna, rimontando dopo aver perso il primo parziale.

Perugia scende in campo con Demichelis in cabina di regia e in diagonale Irina Smirnova; al centro Casillo e Lapi, in banda Pietrelli (nuovo capitano) e Pascucci e libero Bruno. Il primo set vede le due formazioni avanzare appaiate. Ravenna però, grazie a delle ingenuità di Perugia si porta a +4 (12-16). Reagisce la formazione di Bovari e grazie a una serie di schiacciate vincenti di Giulia Pascucci, riesce a riportarsi sotto. Ma l’Olimpia Teodora Ravenna controbatte con una scatenata Lucia Bacchi, e si riporta a +5 (16-21). Perugia non ci sta e punto dopo punto si riporta sotto, ma non basta e Ravenna si aggiudica il primo parziale 23-25.

Partenza sconvolgente, in senso positivo di Perugia, nel secondo set, che si porta in un attimo sul 8-1 grazie a Smirnova e Pascucci. Perugia continua la cavalcata ma riprende Ravenna e si porta a -4 (16-10). Perugia reagisce e trascinata sempre da Pascucci si riporta a +7 (21-16), rintuzzando i tentativi di rimonta di Ravenna, e chiude il set 25-19.

Il terzo set è un monologo della Bartoccini Gioiellerie Perugia. Subto scava un solco incolmabile trascinata da Pascucci e Smirnova (17-7). Si esalta anche il libero Eleonora Bruno che riprende tutte le schiacciate avversarie e Perugia va a chiudere il set con l’incredibile punteggio di 25-10.

Il quarto parziale è molto più combattuto. Tenta subito l’allungo Ravenna, ma Perugia, con una Pascucci stratosferica (alla fine saranno 25 i punti della laterale perugina) allunga a 12-9. Ravenna lotta e si rifà sotto (13-13), ma Pietrelli e Smirnova ristabiliscono le distanze (20-17). Casillo firma il 22-19, gli arbitri le assegnano un rosso. Grandi discussioni in campo, su una chiamata di errore di formazione contestata dalle padroni di casa. Che mantengono la calma e chiudono con Pietrelli e Pascucci per il 25-21 finale.

“Abbiamo portato a casa una partita che sulla carta era molto complicata – afferma Fabio Bovari, coach di Perugia -. Ci siamo lasciati sfuggire il primo set, ma poi abbiamo cercato di canalizzare quello che dovevamo fare e siamo riusciti ad imporre il nostro gioco. Era una partita molto difficile, ma la squadra ha lavorato molto bene”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery