Pallavolo, una serie A1 mai così… Mondiale: 26 giocatrici ‘qualificate’ alla Final Six di Nagoya

Il prossimo Campionato italiano sarà ‘Mondiale’: 26 giocatrici della Final Six iridata giocheranno nella Serie A1 Femminile

Con l’ennesima perla di un Mondiale fin qui sensazionale, l’Italia di Davide Mazzanti ha concluso al primo posto la seconda fase della rassegna iridata in corso in Giappone, qualificandosi così con pieno merito alla Final Six che inizierà domenica 14 ottobre. Insieme alle azzurre, uniche finora ad aver conservato l’imbattibilità – 9 vittorie a fronte di 0 sconfitte – hanno raggiunto la fase finale del torneo nipponico Serbia, Giappone (avversarie di Cristina Chirichella e compagne nel girone a 3), Cina, Olanda e Stati Uniti.

Lo spettacolo che si vivrà a Nagoya e poi a Yokohama per le gare da medaglia sarà indubbiamente straordinario. In un ideale passaggio di testimone, lo stesso spettacolo proseguirà una settimana dopo il termine dei Mondiali, con l’inizio della Samsung Volley Cup di Serie A1. Non solo per la competitività media sempre maggiore, che fa di quello italiano il torneo femminile di livello più alto al mondo; ma anche per il numero di stelle che vi parteciperà.

Nelle 6 Nazionali che si contenderanno i tre gradini del podio, infatti, militano ben 26 atlete che giocheranno nella prossima A1 italiana: oltre alle 14 azzurre, che in controtendenza rispetto al Mondiale del 2014 giocano tutte in Club italiani (Anna Danesi, Monica De Gennaro e Miriam Sylla nell’Imoco Volley Conegliano, Cristina Chirichella e Paola Egonu nell’Igor Gorgonzola Novara, Lucia Bosetti e Ofelia Malinov nella Savino Del Bene Scandicci, Carlotta Cambi nella Zanetti Bergamo, Serena Ortolani nella Saugella Team Monza, Beatrice Parrocchiale ne Il Bisonte Firenze, Sara Fahr, Marina Lubian, Sylvia Nwakalor ed Elena Pietrini nel Club Italia Crai), altre 12 stelle al termine della competizione voleranno verso la penisola.

Bojana Milenkovic, Jovana Stevanovic (Savino Del Bene Scandicci) e Stefana Veljkovic (Igor Gorgonzola Novara) della Serbia; Anne Buijs (Saugella Team Monza), Laura Dijkema (Il Bisonte Firenze) e Celeste Plak (Igor Gorgonzola Novara) dell’Olanda; Miyu Nagaoka (Imoco Volley Conegliano) e Koyomi Tominaga (Lardini Filottrano) del Giappone; Rachael Adams, Micha Hancock (Saugella Team Monza), Michelle Bartsch-Hackley (Igor Gorgonzola Novara) e Kimberly Hill (Imoco Volley Conegliano) degli Stati Uniti sono ancora in corsa per ottenere una medaglia iridata e dal weekend del 27-28 ottobre saranno di scena nei palazzetti italiani.

Complimenti alle azzurre e a tutto lo staff per l’esaltante cammino in Giappone – afferma Mauro Fabris, Presidente della Lega Pallavolo Serie A Femminile -, l’Italia sportiva è tutta con le nostre ragazze, a cui non possiamo che augurare il meglio possibile. Sarò felice di abbracciarle al loro ritorno e, come tutti i tifosi italiani che riempiono i nostri palazzetti, sarò felice di vederle all’opera sui campi rosa della Serie A. Grazie agli investimenti crescenti dei Club italiani, il nostro Campionato può vantare una concentrazione di stelle affermate e di giovani talenti assolutamente impareggiabile. Un mix che ci permette, tra le altre cose, di fare crescere le promesse azzurre del Club Italia che gioca in A1, unico caso al mondo, in un Campionato straordinario come il nostro, per garantirci un futuro ricco di soddisfazioni come quelle che la Nazionale di Mazzanti ci sta regalando“.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery