Napoli vincente anche col “maxi-turnover”: il metodo Ancelotti paga, accontenta De Laurentiis ed oscura Sarri

napoli Cafaro/LaPresse

Il metodo Ancelotti e la sua gestione della rosa, sono completamente opposti rispetto a quanto visto a Napoli durante la precedente gestione di Maurizio Sarri

Il Napoli vince e continua a convincere grazie alla cura Ancelotti. Il tecnico sta mettendo in pratica ciò che De Laurentiis chiede da tempo: bel calcio, utilizzando tutta la rosa messa a disposizione dal patron partenopeo. Così Ancelotti sta eseguendo, portando a casa applausi e risultati, anche con un turnover molto ampio come quello odierno. Nella passata stagione ci saremmo sognati di vedere in campo tutte le “riserve” o presunte tali viste oggi in campo in una gara delicatissima contro il Sassuolo. Malcuit, Rog, Diawara, Verdi, Ounas, tutti schierati dal 1′ minuto, tutti hanno risposto alla grande, con Ounas autore della rete del vantaggio. Nella ripresa Ancelotti ha ammazzato la gara contro il Sassuolo, permettendosi il lusso di inserire calciatori del calibro di Callejon, Allan e l’autore del 2-0 Insigne. Insomma, una squadra che gira a prescindere dagli interpreti, una squadra che sta pian piano completando il processo di crescita paventato nelle passate stagioni ed un po’ frenato dalle scelte di Sarri che escludevano alcuni uomini della rosa, rivelatisi adesso del tutto all’altezza della situazione. La Juventus sarà forse ancora troppo lontana, ma il Napoli sembra essere sulla strada giusta per assottigliare il gap, per essere competitiva in tutte le competizione, tale gestione del turnover è assolutamente necessaria.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery