mourinho

AFP/LaPresse

Mai vista nei miei 55 anni una caccia all’uomo come quella di cui sono stato oggetto. Io posso fronteggiare certe situazioni, ma la squadra, soprattutto i giovani, hanno giocato con la paura addosso. Nel primo tempo erano letteralmente nel panico. Le speculazioni sul mio esonero continueranno anche dopo questo successo. Oggi i giocatori hanno dato tutto nel secondo tempo. Non è una questione di sostituzioni, ma solo di voglia di vincere, mentalità e impegno. Nessuno è importante qui. Non lo sono io o uno qualsiasi dei giocatori, ma solo il club“, ha spiegato poi Mourinho in conferenza stampa.