MotoGp – Valentino Rossi tra errori e miglioramenti, il Dottore boccia la nuova carena Yamaha in Thailandia

valentino rossi AFP/LaPresse

Valentino Rossi positivo in Thailandia al termine delle Fp2 del Gp della Thailandia: le parole del Dottore dopo la prima giornata in pista a Buriram

Si è conclusa ormai da qualche ora la prima giornata di prove libere del Gp della Thailandia. Protagonista indiscusso della giornata è sicuramente Jorge Lorenzo, caduto violentemente nelle Fp2 sul circuito di Buriram. Il maiorchino della Ducati è stato trasportato prima al centro medico e poi in ospedale per una serie di accertamenti dai quali non è emersa alcun tipo di frattura.

valentino rossi

AFP/LaPresse

Giornata abbastanza positiva in casa Yamaha, con Vinales secondo nelle Fp2 e Valentino Rossi nono. “Siamo andati un po’ meglio di quello che ci aspettavamo, sembra che soffriamo un po’ meno rispetto ai test, stamattina eravamo addirittura primi e secondi, ma anche perchè tanti top rider non hanno messo la gomma nuova quindi non è stato un risultato veritiero, però oggi pomeriggio Maverick è stato veloce, io non sono lontano come tempo, sono nono ma non ho fatto un gran giro, ho fatto qualche errorino. Non è male come prima giornata, c’è tanto da lavorare soprattutto con le gomme, cercare di capire sia davanti che dietro che gomma ci vuole ma abbiamo provato delle cose sia io che Maverick e siamo andati abbastanza bene“, ha dichiarato Valentino Rossi ai microfoni Sky al termine delle prove.

Il Dottore ha provato anche una nuova carena, arrivata proprio oggi in Thailandia, ma non sembra del tutto soddisfatto: “abbiamo provato una nuova carena, di solito capita un po’ meglio per l’impennata ma sinceramente non ho sentito tanta differenza quindi non so se continuerò ad usarla“.

Abbiamo qualche piccola modifica per l’accelerazione e devo dire che non sono male, perché la moto accelera di più. Ma questa è solo una piccola parte, la differenza più grande la fa la pista, perché ad Aragon abbiamo sofferto molto di più. Sulla carta, Aragon sarebbe più adatta di Buriram alla Yamaha, quindi non so veramente perché“, ha aggiunto il nove volte campione del mondo a Motorsport.

E’ sempre difficile, perché anche le altre moto vanno sempre un po’ meglio o un po’ peggio tra una pista e l’altra. A noi invece cambia tantissimo e non sappiamo perché. E’ sempre una sorpresa, la Yamaha è un po’ come l’Inter: quando entra in pista, non sai mai cosa può succedere. Chiaramente, se si può lottare per qualche posizione migliore, è meglio“, ha continuato ancora Valentino Rossi paragonando la situazione Yamaha ad una situazione calcistica a lui molto a cuore.

Valuta questo articolo

5.0/5 da 1 voto.
Please wait...


FotoGallery