MotoGp – Valentino Rossi sincero dopo la Thailandia: “una sofferenza non poter lottare! Se fossi un ingegnere…”

valentino rossi AFP/LaPresse

Valentino Rossi, la bagarre tra Dovizioso e Marquez al Gp della Thailandia e la paura che gli ingegneri si illudano di aver risolto i problemi dopo i risultati di oggi a Buriram

Quarto posto, oggi, al Gp della Thailandia, per Valentino Rossi. Partito bene, il Dottore ha dovuto cedere poi al consumo delle gomme che gli ha impedito di lottare fino alla fine con i migliori e che lo ha costretto,dunque, a chiudere la sua gara ai piedi del podio.

AFP/LaPresse

Un weekend comunque positivo per la Yamaha, che ritrova il podio col terzo posto di Maverick Vinales, ma adesso bisognerà cercare di ripetersi ed essere ancora costanti nel trittico asiatico, a partire dal Giappone: “Motegi di solito è una buona pista per la Yamaha, speriamo che ci sia asciutto, perché l’anno scorso con il bagnato è stato un incubo. Phillip Island invece è fantastica, una delle piste più belle dell’anno. L’anno scorso siamo saliti entrambi sul podio, ma vedremo. Partiamo da Motegi per iniziare a capire se saremo forti anche su altre piste“, ha dichiarato Valentino Rossi a Motorsport.

AFP/LaPresse

Non poteva mancare un commento sulla bagarre in pista tra Dovizioso e Marquez, che Valentino Rossi ha ‘gustato’ da dietro, ma forse senza potergli dare l’attenzione che si meritava: “vederli lì davanti e non poter fare un po’ di casino con loro è stata una grande sofferenza, ma poi non ho visto bene come è finita, perché ero impegnato a preparare l’ultimo attacco a Vinales. Ho provato a tirargli la staccata, ma ero troppo lontano e così sono finito largo“.

AFP/LaPresse

Infine il Dottore ha aperto una piccola parentesi sui problemi Yamaha, che non sono assolutamente risolti: “tante volte i nostri ingegneri sono contenti se Maverick riesce a fare un buon tempo nei test e dicono: ‘Allora va!’. Se io fossi un ingegnere della Yamaha, analizzerei i risultati della seconda parte della stagione e non sarei contento di un giro o di una prima fila. Però dai, io sto spingendo tanto e si comincia a vedere qualcosa“.

Valuta questo articolo

3.0/5 da 2 voti.
Please wait...


FotoGallery