MotoGp – Dal calcio di Rossi all’incidente con Jorge, il padre di Lorenzo furioso: “Marquez fa quello che cazzo vuole”

AFP/LaPresse

Chicho Lorenzo ha attaccato duramente Marc Marquez, accusandolo di compiere volontariamente gesti sconsiderati in pista

Jorge Lorenzo pare abbia messo una pietra sopra all’incidente avvenuto al via ad Aragon, quando una manovra di Marquez costrinse lo spagnolo a finire a terra procurandosi una frattura al piede. Una situazione che aveva mandato su tutte le furie il ducatista, calmatosi leggermente dopo la telefonata ricevuta dal connazionale della Honda il giorno seguente.

AFP/LaPresse

Chi ancora schiuma rabbia è Chicho Lorenzo, il padre di Jorge, entrato a gamba tesa su Marquez nel corso della trasmissione radiofonica ‘El Transistor de Onda Cero’: l’arrabbiatura non mi è passata, perché è in gioco la vita di mio figlio e la prova è il fatto che ora è con le ossa del piede rotte. Sono arrabbiato perché se Marquez avesse fatto la curva normalmente mio figlio ora starebbe bene e questo nessuno lo può discutere. Lui ha detto che avrebbe ancora preso la curva allo stesso modo e non capisco come mai la Direzione gara non intervenga sulla questione. E’ stata questione di metri, era andato lungo di 10 metri in frenata, ha dato fastidio a un rivale in un momento di massimo pericolo com’è una partenza, dove in una caduta ti possono investire diversi piloti e puoi non uscirne vivo. Piloti molto bravi come Marquez sono capaci di viaggiare a 200 km/h e più e passare a centimetri dall’erba, la sua precisione è impressionante. Allora sa perfettamente quello che sta facendo e se passa a 10 o 12 metri dalla traiettoria è chiaro che è premeditato. E ha ripetuto che l’avrebbe rifatto”.

valentino rossi

AFP/LaPresse

Chicho Lorenzo poi rincara la dose, tornando sul calcio di Valentino Rossi a Marquez nel 2015: “per tutta la gara Marquez diede fastidio a Valentino invece che fare la sua gara, fino a che Rossi esplose. Non fu neppure un calcio, Rossi non lo guardava, sapeva che lo stava toccando con il ginocchio e aprì la gamba per allontanarlo. Questo fu tutto. Il fatto è che ai giornalisti piacciono queste cose, quella di Fenati, eccetera… Questi dettagli non li conoscete e neppure i giornalisti specializzati che seguono il mondiale. Se non sei pilota, non sai realmente quello che successe lì. A quanti ha fatto uno sgarbo Marquez è andato poi al box a chiedere scusa, è un modo di vedere lo sport nel quale non si ha rispetto per i rivali. Venti volte è andato a chiedere scusa per cose che ha fatto in pista e continua a farle, continua a farle cazzo. Lui è bravissimo e sa perfettamente quello che fa sempre, una volta dietro l’altra e tutte premeditate. E quando fa qualcosa così, perché conosce il suo potere, lo fa di proposito“.

Valuta questo articolo

4.5/5 da 19 voti.
Please wait...


FotoGallery