MotoGp – Marquez pronto ad affrontare la paura del mare per un altro titolo: “da solo nel Mediterraneo? Lo farei, ma…”

marc marquez AFP/LaPresse

Marc Marquez, il settimo titolo Mondiale e la paura del mare: lo spagnolo pronto a tutto pur di vincere ancora

Marc Marquez è campione del mondo di MotoGp: lo spagnolo della Honda ha trionfato domenica al Gp del Giappone, assicurandosi la vittoria matematica del titolo Mondiale 2018. Grande festa per la Honda, che celebra il settimo titolo di Marquez, il quinto nella categoria regina, proprio nella casa del team, davanti ai boss giapponesi.

AFP/LaPresse

Una gara importante, quella di Motegi, per nulla facile per Marquez: “ogni gara è differente e devi capirla nel miglior modo possibile per prepararla al meglio. Come sempre, abbiamo pianificato il Gp del Giappone con Emilio (Alzamora), Santi (Hernandez) e Alberto (Puig). Insieme abbiamo provato a pensare cosa sarebbe potuto succedere ma a volte nella gara poi bisogna improvvisare. Più o meno è successo ciò che ci aspettavamo e Dovizioso è stato molto forte in testa alla gara. Alla fine, ho deciso di attaccare, volevo provare e avevo ancora un po’ di passo. Dovizioso ha dato tutto per provare a rimandare la nostra festa per quest titolo, fortunatamente abbiamo retto bene“, ha affermato lo spagnolo in un’intervista pubblicata sul sito della Honda.

AFP/LaPresse

Marquez ha poi spiegato come ha reagito appena ha saputo che Dovizioso era caduto: “ovviamente mi sono distratto vedendo che Dovizioso era fuori dalla gara, perchè sapevo che ero già Campione del Mondo. Alla prima curva ho fatto un errore con la marcia e ho messo la moto in terza. Poi ho sono riuscito a ricompormi e a completare l’ultimo giro, è stato un giro molto lungo“.

marc marquez

AFP/LaPresse

Il momento che non vedi l’ora di vivere quando celebri un titolo mondiale è quando torni ai box e vedi i tuoi meccanici. Ovviamente sono io ad andare sul podio, ma ci sono tantissime persone che lavorano duramente per farti diventare un campione. Quando perndiamo, perdiamo tutti, ma se vinciamo, vinciamo anche insieme. Certamente, non vedi anche l’ora di tornare a casa, a Cervera, e celebrare con gli amici e la famiglia. E’ tempo di festeggiare il Mondiale, ma mi è stato anche già detto che ci sono ancora due titoli da conquistare: costruttori e squadre. Quindi proveremo a lavorare bene col mio compagno, Dani, per conquistare questi due titoli e vedere se possiamo festeggiare la tripla corona“, ha continuato lo spagnolo che si è detto pronto ad affrontare la sua grande paura del mare pur di esser certo di vincere ancora: “da solo in mezzo al Mediterraneo per un altro titolo? Lo farei nonostante i rischi. Penserei a qualcos’altro, ma lo farei se fosse necessario, ma dovreste buttarmi dentro. Naturalmente non sarebbe per più di 5 minuti“.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery