MotoGP – Marquez vince facendo ‘il Dovizioso’: “Andrea furbo e intelligente, ecco come l’ho beffato”

marc marquez AFP/LaPresse

Marc Marquez autore di una splendida vittoria nel GP della Thailandia, svela la strategia che lo ha portato al successo: aver studiato ed ‘imitato’ Dovizioso

Davvero felice Marc Marquez per il successo ottenuto in Thailandia. Una gara bella e difficile, conclusasi con un testa a testa al cardiopalma con Dovizioso, vinto alle battute finali dal pilota campione del mondo in carica. Lo spagnolo ha spiegato, con un po’ di ironia, la strategia utilizzata per vincere, basatasi per lo più sullo studio del suo avversario: “onestamente la confidenza nell’ultimo giro non era molta perchè ho perso sempre contro le Ducati all’ultimo giro. Sapevo che alla curva 5 avrei potuto farcela. Non volevo provare durante la gara perchè Dovi è furbo e mi avrebbe chiuso la porta, ho aspettato fino all’ultimo giro perchè volevo arrivare primo all’ultima curva, fossi arrivando secondo non ce l’avrei fatta. Sono arrivato primo, ho staccato forte, ho visto Dovi staccare più forte di me e ho detto ‘dai… mi ha battuto’, ma dopo ho visto che andava un po’ lungo e ho avuto la stessa sensazione che ha avuto lui dopo il sorpasso a Motegi e al Red Bull Ring di sicuro. Ho fatto la curva 5 col posteriore alzato? Ah sì? È perchè non prendo rischi, il campionato è la cosa importante (sarcastico, ride). Sorpasso in curva 5? Sono andato di traverso per avere meno rischio di cadere. Dovi andava all’interno, l’ho visto vicino, ho detto ‘vado dentro così posso diventare primo e magari vincere la gara’. Io non vorrei staccare così, preferisco staccare dritto come Ducati e Yamaha ma devo staccare un po’ più tardi perchè in accelerazione, su questa pista, perdiamo tanto dopo la curva uno per qualche motivo. Si è visto ieri durante le FP3, in curva 1 e curva 4, dobbiamo lavorare tanto in questo aspetto perchè nel prossimo anno la Ducati sarà molto forte. Su cosa mi concentro all’inizio del weekend? Mi concerto sul pneumatico posteriore, la cosa più importante del weeekend. Se non hai la gomma giusta per il tuo stile di guida non concludi niente. Poi mi concentro sull’elettronica, è dove stiamo lavorando di più e dove abbiamo un po’ più di difficoltà. Se ho studiato Dovizioso? Ho provato ad arrivare all’ultima curva primo. Ho provato a 2-3 giri dalla fine di sorpassarlo lì, ma ho visto che mi sorpassava di nuovo lui. Così ho detto: ‘proviamo a sorpassarlo alla fine’. Mi ha sorpassato di nuovo, ma ho fatto ‘Dovizioso style’, andare all’interno dopo e vincere la gara. L’ho definito furbo, ma Dovi è in realtà più intelligente che furbo“.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery