Mondiali ciclismo 2018 – Nibali non nasconde la sua delusione: “avrei voluto dedicare la vittoria a Scarponi e a mio nonno”

La delusione di Nibali dopo la gara in linea uomini elite dei Mondiali di ciclismo 2018 di Innsbruck: le parole del messinese della Bahrain Merida

Alejandro Valverde è il nuovo campione del mondo di ciclismo: Peter Sagan ha voluto incoronare il nuovo re personalmente, cedendogli lo scettro e mettendogli al collo la medaglia d’oro sul podio di Innsbruck. Giornata soddisfacente a metà in casa Italia: Gianni Moscon è stato il miglior azzurro, quinto, ma c’è chi mastica amaro nonostante la consapevolezza della sua condizione fisica non ancora al 100%.

Vincenzo Nibali

Credits: FCI

Stiamo parlando di Vincenzo Nibali: lo Squalo dello Stretto infatti non ha nascosto la sua delusione, nonostante fosse già un’impresa per lui essere presente. “Avrei voluto dedicare questo Mondiale a Scarponi, prima del via ho visto una sua foto su uno striscione. E anche a mio nonno Vincenzo, scomparso quest’anno. I significati erano tanti…. Sono deluso da me stesso. A un certo punto ho avuto un black-out improvviso, mi sono spento. Quell’accelerazione di Kruijswijk l’ho pagata, mi sono mancati il fuorigiri e l’esplosività. Dopo la Vuelta avevo avuto qualche buon riscontro, non è bastato. Unica considerazione positiva: è stata una gara estenuante, anche se più veloce del previsto, e la schiena dopo tutti i problemi non si è fatta sentire. E’ chiaro che ci dovrò lavorare tutto l’inverno“, ha dichiarato il messinese della Bahrain Merida alla ‘rosea’.

Non poteva mancare poi un commento sul nuovo campione del mondo Alejando Valverde: “ho visto che si è commosso. Gli ho fatto i complimenti attraverso i suoi compagni. E’ sempre sul pezzo, e oltre a essere un campione è una grande persona, ricordo la dedica per Scarponi quando vinse la Liegi“.

Valuta questo articolo

5.0/5 da 1 voto.
Please wait...


FotoGallery