Milan, arrivano le motivazioni della sentenza del Tas: il Fair play finanziario adesso impone “austerity”

Scaroni, Leonardo e Maldini Spada/LaPresse

Milan, l’Uefa imporrà un periodo di austerità dal punto di vista economico (e del mercato) dopo i conti in rosso delle passate stagioni

Il Milan sta vivendo una fase di rinascita molto piacevole per i tifosi rossoneri. Dopo anni di crisi con Berlusconi ed il periodo nero targato Yonghongh Li, adesso la proprietà che fa capo ad Elliott sta dando certezze e solidità al club. Il Milan però dovrà affrontare nei prossimi mesi un periodo di austerità finanziaria molto rigida, a causa delle ben note pene che a breve verranno comminate al club dall’Uefa. Le motivazioni del Tas di Losanna sono state rese note e, nonostante riguardino in gran parte le precedenti proprietà rossonere, incideranno anche sul futuro del Milan anche se in maniera molto più lieve rispetto a quanto paventato nella precedente era Li. In tal senso, la presenza del solido fondo Elliott, ha di fatto salvato il Milan da pene severissime che sarebbero arrivate con Li. Secondo quanto rivelato dalla Gazzetta dello sport, le sanzioni dall’Uefa arriveranno, non saranno idilliache, ma neanche disastrose. Ci si attende infatti una sorta di “via di mezzo”, senza alcuna esclusione dalle coppe o pene così severe.

leonardo e maldini Di certo però, il Milan dovrà affrontare un periodo di austerità nel quale rimettere in sesto i conti in rosso e forse giocare le coppe con una rosa limitata. Nella scorsa estate, durante il “buco nero” in attesa delle decisioni Uefa, Leonardo si è potuto scatenare, non sarà così nelle prossime sessioni di mercato. I rossoneri però hanno messo le basi per un futuro solido. La rosa è eccellente e crescerà da sè data la giovanissima età di alcuni tra i protagonisti. Inoltre arriverà Paquetà e tornerà utilizzabile Conti, i tifosi del Milan però non si aspettino colpi da 100 milioni alla Milinkovic-Savic. Un immediato futuro dunque senza spese folli, ma c’è comunque da sorridere in casa rossonera, dopo il disastro sfiorato con Li, adesso Elliott dà garanzie all’Uefa ed il Milan può avere i giusti margini per tornare grande.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery