Milan, che bordata di Berlusconi a Gattuso: “servono due punte, non so come faccia a non capirlo”

LaPresse/Matteo Cogliati

Il Cavaliere ha parlato dell’attuale momento del Milan, non lesinando una frecciatina a Gattuso

Il presente si chiama Monza, ma Silvio Berlusconi non può assolutamente dimenticarsi del suo Milan. Presente allo stadio Brianteo per assistere al match con la Triestina, il Cavaliere è tornato a parlare del momento del club rossonero, lanciando una frecciata velenosa a Gattuso.

LaPresse/Matteo Cogliati

Di questa proprietà si può aver fiducia, sa che non dovrà fare brutte figure. Ha investito tanto e sicuramente vorrà rivendere ad una cifra maggiore. Io sono milanista dalla nascita e guarderò il derby in tv, con il solito disappunto per il sistema di gioco: non capisco perché ci arrivo io, ci è arrivato Ancelotti e anche Capello e non ci arriva l’attuale guida tecnica. Il Milan dovrebbe giocare sempre con due punte, Higuain è un goleador e Cutrone un’ottima prima punta. Gonzalo dovrebbe avere accanto a sé un altro attaccante con Suso alle spalle. Il Monza? Quello che mi ha spinto a dire sì all’acquisto di questo club è stata l’idea di dare vita a un nuovo modo di essere giocatori e di giocare a calcio“.

Valuta questo articolo

5.0/5 da 1 voto.
Please wait...


FotoGallery