LeBron James-Lakers, il retroscena firmato Kobe Bryant: “Jeanie Buss ha dovuto ripulire tutta la merda che…”

LaPresse

Kobe Bryant ha rivelato un particolare retroscena in merito all’arrivo di LeBron James a Los Angeles: il ‘Black Mamba’ ha dato dei consigli importanti a Jeanie Buss, proprietaria dei Lakers

Nonostante l’avventura di LeBron James ai Los Angeles Lakers sia iniziata con due sconfitte in altrettante partite, l’ambiente losangelino ripone grandi speranze nel numero 23 per ritornare ai fasti di un tempo. Chi quei fasti li ha vissuti, è stato sicuramente Kobe Bryant che non ha mai mancato occasione per elogiare il numero 23 e i nuovi Lakers. Bryant è stato anche uno dei principali promotori dell’arrivo di LeBron James a Los Angeles, come spiegato in un’intervista rilasciata ad ‘The Undefeat’. Il ‘Black Mamba’ ha parlato con Jeanie Buss, proprietaria dei Lakers, indicandole la strada da seguire per far arrivare l’ex Cavs a L.A.: “quando Jeanie Buss è venuta da me per dirmi che voleva LeBron James le risposi: ‘Lui non verrà fintantoché non ripulirai tutta questa merda che c’è ora nella franchigia’. L’ultima cosa che LeBron vuole è andare in un contesto dove ci sono troppe incongruenze. Dissi a Buss: “Jeanie, è arrivato il tempo di prendere in mano le redini di questa franchigia. LeBron non verrà qui se non prendi ora il comando dei Lakers’. Poi sappiamo tutti cosa è successo. I Lakers sorprenderanno molte persone. Rob Pelinka ha costruito intelligentemente una squadra di giocatori fisicati, grossi, versatili, veloci. Ha capito che se vuoi affrontare Golden State, non puoi sfidarli al tiro. Questo è quello che fanno gli Warriors. Devi batterli con qualche altra arma. Devi batterli con le dimensioni. Forza e velocità. I Lakers ora hanno tutti questi elementi. Hanno una miscela di veterani e ragazzini affamati, con la mentalità giusta e disposti ad imparare. Un team in grado di competere. Sono diventati un mix pericoloso per tutti”.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery