Retroscena Federer, nascosto un infortunio da 3 mesi: “ecco cosa mi è successo prima Stoccarda”

AFP/LaPresse

Roger Federer ha tenuto nascosto un infortunio al polso negli ultimi 3 mesi: il retroscena, svelato dallo stesso tennista svizzero, spiegherebbe il motivo del calo delle sue prestazioni

Finale di stagione amaro per Roger Federer. Dopo aver vinto gli Australian Open e aver saltato, per la seconda stagione consecutiva, in via precauzionale, il Roland Garros, Federer si avviava verso la seconda metà di stagione con i migliori auspici. Riconfermarsi a Wimbledon era l’obiettivo principale, farebe agli US Open e nei tornei conclusivi della stagione, la ciliegina sulla torta. I piani di Federer però sono andati clamorosamente in fumo, complice anche il ritorno in pompa magna di Novak Djkovic che si è portato a casa i due Slam finali. Quel che ha stupito maggiormente sono stati però i brutti risultati inanellati da Federer, mai apparso in grado di poter competere per il titolo nei tornei giocati. A svelare il motivo di questo ‘calo di prestazioni’ è stato lo stesso tennista svizzero che, ai microfoni di SonntagsZeitung, ha spiegato di aver sofferto per 3 mesi di un problema al polso: “ho sentito il dolore durante un allenamento all’inizio della stagione su erba. L’infortunio ha avuto più conseguenze del previsto e il dolore è rimasto per circa tre mesi, ma non è una scusa e non intendo farne un dramma. A volte sento dolore durante i primi dieci minuti del warm-up, ma adesso posso lasciar andare il dritto senza pensarci. Un infortunio al polso o alla mano necessita sempre di tempo per guarire, non ho passato un bel periodo. Per questo sono felice che ora sia tutto risolto. Non so esattamente di cosa si sia trattato, se di un problema al polso o alle dita, il dolore è arrivato all’improvviso prima di Stoccarda e si è diffuso a tutto il braccio causandomi problemi fino allo US Open“.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery