Golf, Dunhill Links – Tyrrell Hatton tenta il bis, Pavan e Molinari ancora in lotta per il titolo

Foto Richard Morgano - LaPresse

Tyrell Hatton in testa al Dunhill Links, davanti a Frase, Gallacher e Fleetwood (terzi): quinto Pavan, 12° Molinari, ancora in lotta per il successo finale

Andrea Pavan, quinto con 206 (72 63 71, -10), ha perso la leadership nell’Alfred Dunhill Links Championship (European Tour), ma potrà comunque competere per il titolo nel giro finale insieme a Edoardo Molinari, salito dal 12° al settimo posto con 207 (73 66 68, -9). Ha ceduto terreno Renato Paratore, 50° con 213 (72 68 73, -3), e sono usciti al taglio dopo tre giri Nino Bertasio, 139° con 222 (73 78 71, +6), e Matteo Manassero, 159° con 226 (78 75 73, +10).

Nel torneo, che si sta svolgendo con formula Pro Am sui tre percorsi dell’Old Course di St. Andrews, di Carnoustie e del Kingsbarns, tutti par 72, in Scozia, ha preso il comando con 202 (70 66 66, -14) l’inglese Tyrrell Hatton, campione uscente, che precede l’australiano Marcus Fraser (203, -13). In terza posizione con 205 (-11) lo scozzese Stephen Gallacher e l’altro inglese Tommy Fleetwood, che come Hatton ha giocato la Ryder Cup, grande protagonista in coppia con uno straordinario Francesco Molinari. Pavan ha la compagnia del danese Lucas Bierregaard, con il quale condivideva il primato dopo due turni. In gara altri due giocatori scesi in campo a Parigi, ma con il team americano, Brooks Koepka, stesso score di Edoardo Molinari, e Tony Finau, 20° con 210 (-6).

Tyrrell Hatton ha realizzato un 66 (-6) all’Old Course con due eagle, quattro birdie e due bogey. Sul tracciato di Carnoustie Andrea Pavan ha segnato un eagle, un birdie e due bogey per il 71 (-1) e Renato Paratore tre birdie e quattro bogey per il 73 (+1). Edoardo Molinari, al Kingsbarns, ha chiuso in 68 (-4) con cinque birdie e un bogey. Nella Pro Am sono in vetta con 192 (-24) Haotong Li/Allen Zhang e Nacho Elvira/John Van Wyk. Hanno avuto accesso al turno conclusivo i primi 60 della classifica e le prime 23 coppie della pro am. Il montepremi è di cinque milioni di dollari (circa 4.330.000 euro).

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery