Giro d’Italia 2019 – Viviani commenta l’edizione 102 della Corsa Rosa: “un velocista come me deve farsi trovar pronto sin dalla prima tappa”

elia viviani Foto Gian Mattia D'Alberto - LaPresse

Le parole di Elia Viviani alla presentazione del Giro d’Italia 2019: le prime impressioni del velocista italiano sull’edizione 102 della Corsa Rosa

Un giro moderno, così è stata definita l’edizione 102 del Giro d’Italia presentata oggi a Milano. Alla presentazione ufficiale della Corsa Rosa 2019 non poteva di certo mancare Elia Viviani, maglia ciclamino dell’edizione 2018 del Giro. Il ciclista italiano della Quick Step Floors ha così commentato la prossima edizione della grande corsa a tappe italiana: un velocista come me deve farsi trovar pronto sin dalla prima tappa, se si vuole accumulare un bel bottino bisogna iniziare subito forte perchè poi si lascerà spazio agli scalatori. L‘inizio settimana è per i velocisti, le due tappe successive al riposo sono due volate“.

“Le occasioni ci sono, sei sicure e alcune da guadagnare, le volate ci sono ed è bello che ce ne siano subito nella prima settimana, in cui tutti i velocisti siamo potenti al massimo. Alcuni non arrivano al finale e perdiamo potenza”, ha concluso Viviani.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery