Gigi Buffon a cuore aperto: “potrei smettere tra 10 anni, vi svelo perchè ho seguito la Juve in B”

LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

Gigi Buffon ha parlato ai microfoni de L’Equipe della sua esperienza bianconera, ma anche del futuro che lo attende

Gigi Buffon è stato adottato dai francesi dal suo arrivo al PSG. Il calciatore è stato intervistato da L’Equipe, una lunga chiacchierata nella quale si è parlato anche di Juventus. Buffon ha spiegato la scelta di seguire il club in Serie B: “Nel calcio la lealtà ti consente di inviare un messaggio all’esterno, puoi dire ai tifosi che anche nei momenti difficili tu ci sei. Giochiamo per gloria, soldi, titoli, per molte cose, ma giochiamo anche per questo sentimento di appartenenza che abbiamo. È una professione particolare e difficile da capire la nostra, io non posso giudicare un ingegnere nucleare perché non conosco quella materia, ma capisco che il calcio è uno sport molto popolare e come giocatori accettiamo le critiche, possiamo non gradirle ma le accettiamo. Siamo vulnerabili, c’è chi non capisce e influenza l’opinione pubblica, molti non capiscono che certe cose non si vedono, che a volte parlare al momento giusto con un compagno di squadra, o dare il suggerimento giusto a un difensore ti permette di non prendere gol e magari di fare risultato. Lo capiscono solo i tuoi compagni perché non c’è nulla di spettacolare ma è qualcosa di importante“.

Sul futuro Buffon non si pone limiti: “Ho imparato negli ultimi anni che sarebbe stato un errore fissare un limite. A 32 anni pensavo di smettere a 35 anni, poi le circostanze mi hanno portato a continuare e mi sono detto che mi sarei fermato a 38, poi sono arrivato a 40 e sono ancora qui. Potrei smettere tra sei mesi, un anno, dieci, non voglio chiedermelo, non voglio saperlo. Sono sicuro che le emozioni, la vita dello spogliatoio e tutto il resto non c’è altro che potrà darmelo. La vita è fatta di diverse fasi, bisogna accettarlo, quanto tutto finirà non resterò sorpreso, so che tutto sarà completamente diverso da quello che è stato finora“.

Valuta questo articolo

5.0/5 da 2 voti.
Please wait...


FotoGallery