FIGC, Gravina fa discutere: le sue parole sul numero di scudetti della Juventus non convincono

Gabriele Gravina LaPresse/Fabio Cimaglia

Gabriele Gravina sarà presto il nuovo presidente della FIGC, anche se le sue parole sugli scudetti della Juventus hanno sollevato un polverone

Gabriele Gravina si appresta a diventare il nuovo presidente della FIGC, non senza polemiche. Parlando ad Il Messaggero, Gravina ha fatto molto discutere per le sue dichiarazioni sul numero di scudetti della Juventus: “I bianconeri in Italia sono più avanti rispetto agli altri. Non mi piace fermarmi a contare il numero degli scudetti. Io credo che la Federcalcio non possa usare il pallottoliere per contare gli scudetti di una società. Se qualcuno lo ha fatto, bisogna chiedere a lui. Non ho nessuna intenzione di focalizzare il mio tempo su vicende del passato. Comunque la federazione ha diffidato la Juventus, ma oltre non possiamo andare. Se loro continuano a dirlo, cosa facciamo? Ognuno rimane delle propria idea“. Di certo sono parole di circostanza, del futuro presidente della FIGC che non se la sente di andare contro alla squadra più potente ed importante d’Italia. Altrettanto certamente però, il presidente federale dovrebbe difendere quanto stabilito dalla giustizia sportiva e dalla stessa FIGC, una presa di posizione sarebbe stata attesa per chi aspira a presiedere tale organo. Gravina ha invece optato per una soluzione pilatesca che non scontenti i bianconeri.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery