F1, Mercedes spiazzata dalla FIA prima del Gp di Austin: svelati i motivi della superiorità della Ferrari

photo4/Lapresse

Prima del Gp di Austin la Federazione ha deciso di rendere completamente illegali i fori di cerchio e mozzo utilizzati dalla Mercedes, intimandone la chiusura

C’è un motivo dell’inattesa superiorità della Ferrari rispetto alla Mercedes ad Austin, svelato da un retroscena venuto a galla a poche ore dalla conclusione della gara.

photo4/Lapresse

La Federazione Internazionale infatti ha reso noto di aver intimato al team campione del mondo di chiudere i fori di cerchio e mozzo prima della partenza, così da non usufruire dell’effetto aerodinamico considerato trascurabile solo qualche giorno fa. Per non creare un precedente, il responsabile tecnico monoposto della FIA Tombazis ha deciso di rendere illegali quei buchi, obbligando dunque la Mercedes ad intervenire. Il risultato è stata la sconfitta maturata in Texas, con Hamilton costretto a chiudere al terzo posto per aver dovuto compiere una sosta in più rispetto ai propri rivali. La scuderia di Brackley è andata in crisi nella gestione della temperatura delle gomme posteriori, prova ne è che Bottas nel finale ha dovuto cedere il quarto posto a Vettel per via delle condizioni dei propri pneumatici posteriori. In Messico si capirà molto di più, ma non c’è dubbio che nella vittoria di Raikkonen ad Austin ci abbia messo lo zampino anche la FIA.

Valuta questo articolo

4.5/5 da 6 voti.
Please wait...


FotoGallery