F1 – Raikkonen individua le cause della mancata pole position ad Austin: “non c’era aderenza”

raikkonen photo4/Lapresse

Lewis Hamilton si prende la pole position del Gp degli Stati Uniti: il commento a caldo di Kimi Raikkonen su quanto successo sul Circuito delle Americhe

Le qualifiche del Gp degli Stati Uniti hanno dato il loro inesorabile responso: il poleman di giornata è Lewis Hamilton. Domani il pilota britannico della Mercedes partirà dalla prima casella in griglia e sarà seguito in prima fila da Kimi Raikkonen. Subito dietro ci saranno Valtteri Bottas e Daniel Ricciardo.  Nonostante Sebastian Vettel si sia qualificato con il secondo tempo utile, la sua effettiva posizione in partenza per la gara sul circuito delle Americhe sarà la quinta, a causa delle tre posizioni di penalizzazione inflitte al tedesco della Ferrari.

A commentare in conferenza stampa la sua prestazione Kimi Raikkonen. Il finlandese della Ferrari ha affermato davanti alla platea di giornalisti: “se avessi avuto un altro paio di tentativi potevo migliorare e potevo fare meglio, ma non ci siamo riusciti. Nell’ultimo tentativo c’era meno aderenza e quindi non sono riuscito a fare quello che volevo, ma sono abbastanza soddisfatto”. 

Valuta questo articolo

3.0/5 da 2 voti.
Please wait...


FotoGallery