F1, Leclerc scaccia via la pressione: “non vedo l’ora di correre con la Ferrari, le aspettative non mi spaventano”

Leclerc Photo4 / LaPresse

Il pilota monegasco ha parlato del week-end in Messico ma anche del suo futuro in Ferrari, svelando di non temere la pressione

Ultime tre gare al volante della Sauber-Alfa Romeo, dopodiché Charles Leclerc diventerà un pilota della Ferrari. Il monegasco prenderà il sedile di Kimi Raikkonen, che farà a sua volta il percorso inverso.

leclerc

Photo4 / LaPresse

E’ tutto ormai definito da settimane, ma non è ancora il momento di pensarci, con un Gran Premio da correre questo week-end. Leclerc va a caccia di un risultato positivo, provando a scacciare via la sfortuna patita nelle ultime settimane: “quest’anno sono state diverse le gare che non ho concluso per un nostro errore, quindi è un peccato. Sono carico perché sono consapevole della prestazione della macchina e questo è quello che conta, perché vuol dire che siamo lì” le parole di Leclerc ai microfoni di Motorsport.com. “Sarebbe molto deludente se alla fine dell’anno fossimo ancora a quattro punti dalla Toro Rosso, a causa di questa sfortuna. Spero di cambiare le cose qui e conquistare dei buoni punti, che potrebbero permetterci di risalire la china in classifica. In termini di prestazioni, credo che dovremmo essere lì come nelle altre gare, se non avremo problemi di smaltimento del calore. Lo capiremo dopo FP1 e FP2”.

Photo4 / LaPresse

Il pilota monegasco si è concentrato poi sul momento della Ferrari e sul suo futuro sulla Rossa: “sono molto felice che si sia ripresa, ma non ho mai dubitato della prestazioni della Ferrari. Per me, almeno, era chiaro che avevano sempre il potenziale per essere lì a lottare, ma poi per qualche ragione a volte non sono riusciti a finire come volevano. Ma credo che abbiano sempre avuto una macchina forte, non ho mai dubitato delle loro capacità. Lottare per il titolo la prossima stagione? Certe aspettative c’erano già quest’anno, c’era chi si aspettava che potessi fare bene. E l’anno prossimo sarà più o meno la stessa cosa. Cerco di concentrarmi solo sul mio lavoro, cercando di allontanare tutte queste aspettative dalla mia mente. Credo che sia abbastanza facile, alla mia età, rischiare di andare giù di testa per tutto questo. Quindi cerco di non pensarci troppo, di non ascoltare le persone che fanno i complimenti per provare a concentrarmi per migliorarmi. Ho sempre sperato di andare alla Ferrari il prima possibile. Come ho già detto in passato, la pressione non è qualcosa di cui soffro. Non penso che questo possa essere un problema il prossimo anno“.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery